image image image image
Mitsubishi Eclipse Cross alla Dakar 2019
Le smart EQ fortwo protagoniste dell’Italiano RX
Una Casa per Crescere
Coppa del Mondo di snowboard alpino

  • JAGUAR ENTRA NELLA STORIA
    In questo fine settimana Jaguar scriverà un’altra pagina della storia delle...
  • GLASS
    Il celebre regista M. Night Shyamalan porta sul grande schermo Glass, un esplosivo...
  • SITTING VOLLEY
    Il Sitting Volley è una disciplina paraolimpica ideata per permettere di far giocare...
         

 

Cerca GiocatorePer accedere al servizio la registrazione è obbligatoria. Dopo potrai conoscere e comunicare con i giocatori/trici del tuo stesso livello per organizzare incontri sportivi, scambiare informazioni su tutte le discipline sportive.

Cerca ImpiantoPer inserire il tuo impianto/società/negozio inviaCi un e-mail con i tuoi dati a  info @ sportiamoci.it, sarà cura dei nostri collaboratori ricontattarVi

• Il concept Vertrek rappresenta la visione Ford di un SUV capace di destare l’interesse dei clienti in tutto il mondo e anticipa la strategia Ford nello sviluppo di un nuovo SUV globale

Leggi tutto...

Nella foto scattata da Marco Trabalza lo schiacciatore della Trentino BetClic Dore Della Lunga in azione nel match d’andata giocato al PalaTrento lo scorso 17 novembre

 

Si gioca domani sera l’ultimo turno della Pool D della 2011 CEV Champions League. La prima fase della più importante rassegna continentale per club (sesta giornata) si concluderà per la Trentino BetClic con la trasferta in Germania dove sarà opposta ai padroni di casa del VfB Friedrichshafen. Fischio d’inizio previsto per le ore 19.15, con diretta tv su Sportitalia2, in radio su Radio Dolomiti e streaming live audio e video sul sito www.laola1.tv.

Leggi tutto...

Due formazioni con l’obiettivo di diventare la squadra numero uno nel ranking mondiale. Si presenta così il Team Garmin-Cervèlo: 29 uomini tra cui l’iridato Thor Hushovd e 10 donne con la presenza italiana di Noemi Cantele, una formazione realmente internazionale con la presenza di atleti provenienti da 16 paesi. Il 28 gennaio a Girona la presentazione alla stampa internazionale.

 

 

 

Leggi tutto...

Lo ha chiuso con una sconfitta ma lo ha chiuso da capolista solitaria. E’ questo il bilancio del girone d’andata dell’Umana Reyer chiuso con 13 vittorie e 2 sole sconfitte. Un bottino davvero notevole, un trend che gli orogranata vogliono continuare nella seconda parte di stagione che porterà ai play off.

A cominciare da domenica prossima quando l’occasione per riscattare la sconfitta di Barcellona sarà rappresentata dal match del Taliercio contro Veroli. “Al di là della sconfitta di domenica il bilancio di questa prima parte di campionato è super positivo – dice Christian Di Giuliomaria - c'è il rammarico di non aver vinto in Sicilia perchè ci contavamo. Per la prima volta nel terzo quarto non siamo riusciti a fare quello che sappiamo fare cioè difendere forte per ripartire in attacco. Ma credo che sia meglio che queste cose capitino adesso. Ci metteremo subito al video per studiare cosa abbiamo sbagliato e certamente il coach ci farà lavorare approfonditamente sugli errori commessi”. Nella sconfitta siciliana Di Giuliomaria è stata l’ultimo ad arrendersi, chiudendo con 15 punti e 7 rimbalzi, cifre che gli sono valse gli elogi da parte un po’ di tutti. “In uno sport di squadra ogni singolo baratterebbe la prestazione personale con la vittoria del gruppo – riconosce - personalmente mi sento bene e in più ci tenevo a fare bella figura contro un coach col quale ho condiviso molto in passato come Pancotto. Ma credo anche che se siamo primi nella classifica dei rimbalzi di squadra è perché sotto le plance siamo bene assortiti e di solito con le rotazioni riusciamo a tener testa a qualsiasi avversario. Questa volta probabilmente ci siamo riusciti meno del solito ma non può essere una sola partita a fare testo soprattutto quando hai giocatori febbricitanti come Allegretti e Bryan. Tanto più che dall’altra parte c’era uno come Hicks che sa giocare sia da tre che da quattro e che può dirsi il più tosto della Legadue in questa specialità”. In una partita così anche gli episodi possono fare la differenza.  “Direi che l’infortunio di Keekee in quel momento ha pesato, come ha pesato in un certo senso contro di noi l'espulsione di Pancotto che, da grande esperto qual è, ha fatto in modo di dare una scossa all'ambiente – riconosce il centro reyerino -un ambiente che da quel momento in poi si è fatto sentire ancora di più, cercando in ogni modo di distrarci. Ma fa parte del “gioco” e dobbiamo essere pronti anche a questo. Non c'è problema ad ammettere comunque quali sono stati i nostri errori”. Lavorando sul rimediare agli errori commessi l’Umana Reyer inizierà oggi a preparare la sfida con Veroli in programma domenica al Taliercio. Un’altra sfida contro una delle formazioni più attrezzate del torneo. Una partita per la quale da ieri è già iniziata la prevendita e, come per le ultime uscite, si invitano tutti a munirsi per tempo del biglietto. “Domenica mi piacerebbe ritrovare un Taliercio come quello visto con Udine – chiude Di Giuliomaria- non nascondo che raramente ho provato emozioni simili. Forse un ambiente del genere l’ho visto solo nei derby Cantù-Varese o Milano-Varese. Entrare e trovare già il palasport stracolmo è stato grandioso. Questa è un'arma in più che la Reyer deve sfruttare. Anche perchè Veroli, al di là della classifica, è accreditata per il salto di categoria. Ha messo le cose a posto in corsa e non è più la squadra di inizio campionato. Sarà una partita bella, maschia e spettacolare”.

S.S.D. Reyer Venezia Mestre Spa

Ufficio Stampa

FACEBOOK

Newsletter



" Se la vita non ti offre un gioco che valga la pena giocare inventane tu uno nuovo!"
-Chiara da Treviso-



"Chi segue gli altri non arriva mai primo"
-Giulio da Torino-


inviaci le tue citazioni all'indirizzo info@sportiamoci.it

Aggregatore notizie RSS