Mobilità a zero emissioni: Charge myHyundai consente ai clienti di ricaricare con energia verde

  • Hyundai sta integrando l’energia rinnovabile nel servizio Charge myHyundai
  • L’azienda garantisce che, per ogni sessione di ricarica, l’equivalente quantità di energia venga reimmessa nella rete come elettricità verde
  • Tutta l’attività di Charge myHyundai viene compensata da energia verde al 100% proveniente da fonti eoliche
  • Potranno usufruire dell’energia verde tutti i possessori di modelli elettrici e ibridi plug-in Hyundai, come IONIQ 5, KONA Electric e TUCSON Plug-in Hybrid

 Hyundai ha annunciato che sta integrando l’energia verde in Charge myHyundai. Utilizzando l’opzione di ricarica green del fornitore di servizi di e-mobility Digital Charging Solutions (DCS), l’azienda garantirà che, per ogni sessione di ricarica pubblica effettuata dai clienti attraverso il suo servizio integrato paneuropeo, una quantità di energia equivalente verrà reimmessa nella rete come elettricità verde. Con questo impegno, Hyundai è tra i primi Original Equipment Manufacturer (OEM) a offrire una ricarica pubblica ecologica.

Secondo uno studio del 2021 del International Council of Clean Transportation, quando i veicoli elettrici a batteria (BEV) come IONIQ 5 vengono caricati con energia rinnovabile, generano fino all’81% in meno di emissioni nel ciclo di vita Well-to-Wheel, rispetto a un normale veicolo con motore a combustione interna (ICE). Tuttavia, gli automobilisti spesso non sanno se una stazione di ricarica pubblica produce elettricità verde o “grigia” (da risorse non rinnovabili), dato che questa responsabilità ricade sugli operatori delle strutture.

Hyundai si impegna a utilizzare le cosiddette Garanzie di Origine (GO) per ottenere l’attributo green per l’energia relativa a ogni sessione di ricarica. Questo assicura che, per ogni ricarica effettuata tramite Charge myHyundai, l’equivalente quantità di energia generata venga reimmessa nella rete come elettricità verde.

I fornitori generano energia a emissioni zero utilizzando risorse naturali come l’energia eolica o solare, che viene poi convertita in energia elettrica. Un registro indipendente autentica l’origine verde di ogni unità di energia prodotta, misurata in MWh, attraverso una certificazione GO.

A seguito di questo annuncio, gli utenti di Charge myHyundai potranno caricare i loro modelli Hyundai elettrificati in modo ecologico, e contribuire a una mobilità più pulita e sostenibile aumentando la quota di energia rinnovabile generata nel mercato europeo.

“Hyundai è tra i primi OEM a offrire la ricarica verde pubblica in Europa” ha dichiarato Michael Cole, Presidente e CEO di Hyundai Motor Europe. “Integrando l’energia da fonti rinnovabili in Charge myHyundai, Hyundai sta contribuendo alla mobilità pulita e sostenibile per tutti. Questo garantisce un futuro sostenibile per le generazioni a venire, coerentemente con la nostra visione ‘Progress for Humanity’”.

“Noi come DCS siamo un fattore chiave per il futuro della mobilità sostenibile in tutto il mondo”, ha affermato Jörg Reimann, CEO di Digital Charging Solutions. “Lavorando con le certificazioni ‘GO’ garantiamo che il 100% dell’energia consumata durante ogni processo di ricarica venga immessa nella rete elettrica come elettricità proveniente da turbine eoliche europee. Questo rende la domanda di elettricità green visibile sul mercato e aiuta a spianare la sua strada”.

Charge myHyundai – la rete di ricarica in più rapida crescita in Europa

In collaborazione con Digital Charging Solutions (DCS), Charge myHyundai fornisce agli automobilisti l’accesso a una delle più grandi reti di ricarica pubblica del mondo con oltre 300.000 punti di ricarica in 29 paesi europei. Gli utenti del servizio paneuropeo di ricarica pubblica integrata hanno accesso ai punti di ricarica di tutti i principali operatori attraverso una singola piattaforma per un uso più semplice e agevole.

Gli utenti di Charge myHyundai possono accedere alle stazioni di ricarica comodamente con la carta Charge myHyundai o l’app Charge myHyundai. Non sono necessari ulteriori contratti con altri fornitori, poiché i pagamenti vengono effettuati tramite un’unica fattura mensile.

Un ulteriore vantaggio di Charge myHyundai è l’accesso a IONITY, il servizio di ricarica pubblico integrato paneuropeo con più di 1.600 punti di ricarica ad alta potenza in 24 Paesi europei all’interno della sua rete. I caricatori ad alta velocità da 350 kW supportano la ricarica ultra-veloce di IONIQ 5. Pertanto, Charge myHyundai consente un’esperienza di ricarica facile e pratica per tutti gli automobilisti, che ora sarà arricchita dalla ricarica verde.

Charge myHyundai è disponibile per i clienti Hyundai che guidano modelli elettrici a batteria (BEV) e ibridi plug-in (PHEV), compresi IONIQ 5, KONA Electric, IONIQ Electric, TUCSON Plug-in Hybrid, SANTA FE Plug-in Hybrid e IONIQ Plug-in Hybrid. Charge myHyundai è attualmente disponibile in 15 paesi europei: Austria, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito.

Un altro passo sulla strada di Hyundai verso la neutralità carbonica entro il 2045

Lo scorso settembre, Hyundai ha annunciato all’IAA Mobility 2021 il suo impegno a raggiungere la neutralità del carbonio entro il 2045. La strategia integrata dell’azienda per raggiungere la carbon neutrality si basa su tre pilastri: mobilità pulita, piattaforme di prossima generazione ed energia verde. Come parte di questo approccio, Hyundai mira a fornire soluzioni energetiche più pulite e più verdi per tutti, riducendo al contempo la quantità di carbonio e di altre emissioni di gas serra generate dai suoi processi produttivi.

A luglio, Hyundai si è unita ad altre aziende di Hyundai Motor Group nell’aderire a Climate Group’s RE100, un’iniziativa globale impegnata a raggiungere il 100% di energia rinnovabile. Nell’ambito di questo impegno, lo stabilimento Hyundai Motor Manufacturing Czech (HMMC) diventerà il primo sito produttivo dell’azienda a convertire completamente il suo utilizzo di energia elettrica in energia rinnovabile entro la fine di quest’anno.

 

Informazioni su Digital Charging Solutions

Digital Charging Solutions GmbH (DCS) sviluppa soluzioni di ricarica per i produttori di automobili e gli operatori di flotte, rendendola uno dei più importanti driver della transizione alla mobilità elettrica. Le soluzioni “full-service white label” di DCS permettono agli OEM e agli operatori delle flotte di realizzare le loro strategie di elettromobilità: grazie a soluzioni digitali integrate, l’azienda rende l’operazione di ricarica semplice, sicura e confortevole. In questo contesto, con oltre 300.000 punti di ricarica in 29 mercati integrati e con la ricarica transnazionale, DCS vanta la rete di ricarica in più rapida crescita.