Tolentino-Trastevere 1-0
MAURO MAZZA
Le parole del tecnico del Trastevere, Mauro Mazza, al termine della gara contro il Tolentino, valida per la terza giornata di ritorno del girone F di Serie D: «Purtroppo avevamo preparato alcune situazioni in settimana e poi non le abbiamo interpretate nel modo giusto, soprattutto all’inizio. Abbiamo dato coraggio al Tolentino che è una squadra sempre difficile da affrontare, soprattutto quando può pensare a difendersi. Sapevamo che la partita aveva certe caratteristiche, potevamo fare meglio anche nei duelli uno contro uno. Nel secondo tempo ci abbiamo provato e dal punto di vista dell’impegno non posso dire nulla ai ragazzi, però potevamo essere più lucidi». Ulteriore nota negativa della giornata, il rosso a Sannipoli, che complica ulteriormente i piani del tecnico in vista dei prossimi impegni: «Daniel non ha fatto nulla, diciamo che alcuni episodi non ci hanno girato a favore, penso anche al gol annullato a Proia. In ogni caso non ci appelliamo a questi episodi, prima di parlare degli episodi dobbiamo parlare di un approccio sbagliato che ha determinato tutto il resto». Nel prossimo turno i capitolini sfideranno il Pineto, che all’andata inflisse loro il primo ko della stagione: «Sono tutte squadre attrezzate e risultati scontati non ci sono mai. Ogni partita va affrontata cercando di concedere meno, soprattutto in questo girone di ritorno in cui tutto diventa più complicato. Affronteremo il Pineto cercando di fare il massimo, come sempre e provando a correggere quegli aspetti sui quali siamo più deficitari».
EMILIANO MASSIMO
Il centrocampista del Trastevere, Emiliano Massimo, analizza la sconfitta contro il Tolentino: «La partita è stata equilibrata, purtroppo sapevamo che loro sarebbero partiti forte e avrebbero puntato sull’agonismo e quello ha un po’ condizionato tutta la partita. Abbiamo avuto anche le nostre occasioni, però purtroppo non siamo riusciti a sfruttarle». Una battuta d’arresto che non permette agli amaranto di riprendere la testa della classifica: «Questo è un girone estremamente equilibrato, noi però dobbiamo fare la corsa su noi stessi senza guardare quello che fanno gli altri. Vogliamo fare bene e migliorare, soprattutto nelle statistiche fuori casa che sono quelle da correggere un po’». Massimo è rientrato in campo domenica scorsa nei minuti finali del match contro il Notaresco e sta recuperando la condizione migliore: «Ho avuto un problema al polpaccio, sono rientrato col Chieti e non si è più giocato tra sosta natalizia e rinvio del campionato, poi ho avuto un problema all’adduttore. Fisicamente sto bene, devo soltanto ritrovare il ritmo partita. Ora più che mai c’è bisogno di stringersi tutti insieme e superare le difficoltà». Domenica prossima, allo Stadium, arriva il Pineto: «Andiamo ad affrontare una squadra forte sulla carta, anche se in questo momento non occupa le primissime posizioni della classifica. Va affrontata con grande attenzione, noi dobbiamo ripartire forti per cancellare immediatamente questa sconfitta».