SIECO SERVICE ORTONA 0

POOL LIBERTAS CANTU’ 3

(23-25, 25-27, 23-25)

SIECO SERVICE ORTONA: Del Fra 2, Santangelo 17, Pessoa 10, De Paola 2, Elia 4, Fabi 6, Fusco (L1), Bulfon, Cappelletti 4, Di Silvestre 1, Benedicendi (L2) . N.E.: Lanci, Cappelletti, Molinari. All: Lanci, 2° All: Costa (battute vincenti 4, battute sbagliate 12, muri 8).

POOL LIBERTAS CANTU’: Coscione 2, Motzo 22, Hanžić 16, Sette 7, Mazza 2, Copelli 8, Bortolini (L1), Pietroni. NE: Princi, Salvador, Rota, Pellegrinelli, Butti (L2). All: Battocchio, 2° All: Zingoni (battute vincenti 4, battute sbagliate 13, muri 6).

Arbitri: Serena Salvati (Roma) e Luca Grassia (Roma)

Addetto al videocheck: Anna Finucci

Il Pool Libertas Cantù sfida la propria “bestia nera”, la Sieco Service Ortona, in trasferta nel Palasport abruzzese, e ne esce con una vittoria da 3-0, la prima in questa stagione 2021-2022 al termine di un match lottato punto su punto.

Indisponibile Luca Butti, Coach Matteo Battocchio butta nella mischia Riccardo Bortolini come libero, con Manuel Coscione palleggiatore, Matheus Motzo opposto, Tino Hanzic e Felice Sette schiacciatori, e Federico Mazza e Riccardo Copelli centrali. Coach Nunzio Lanci a sua volta è costretto a rinunciare all’ex canturino Lorenzo Piazza, quindi spazio ad Antonio Del Fra in cabina di regia, con l’altro ex Andrea Santangelo opposto, Antonio De Paola e Gabriel Pessoa schiacciatori, Tommaso Fabi ed Alberto Elia centrali, e Pasquale Fusco libero.

Inizio match in parità fino all’attacco out di Santangelo che costringe Coach Lanci a fermare il gioco (8-10). Al rientro in campo è lo stesso opposto molisano a permettere ai suoi di sorpassare (11-10). Si prosegue con le squadre che si rispondono colpo su colpo fino all’attacco di Motzo che lancia i suoi sul +3 (13-16) e Coach Lanci chiama il suo secondo time-out. Al rientro in campo un ace del neo-entrato Di Silvestre permette alla Sieco Service di rientrare (15-16), ma l’opposto sardo rimette la distanza tra le squadre a 3 punti (15-18). Un errore in attacco di Copelli, un ace di Pessoa e Coach Battocchio vuole parlarci su (19-20). Al rientro in campo a Cantù basta gestire il cambiopalla, e una battuta out di Elia consegna il set agli ospiti (23-25).

A inizio secondo set un muro di Sette su Santangelo convince Coach Lanci a fermare subito il gioco (2-6). Un ace di Coscione e il Pool Libertas allunga (3-8). Fabi alza il muro, Hanzic attacca out, e la Sieco Service torna sotto (9-10). Hanzic e Copelli, però, rimettono avanti Cantù (9-13). Lo stesso schiacciatore croato, però, sbaglia, e un tocco di seconda intenzione di Del Fra mette il punteggio in parità a quota 15. Un ace di Coscione riporta i suoi a +2 (15-17), ma un muro su Motzo ed è di nuovo parità a 19. Altro allungo canturino con Hanzic, e Coach Lanci chiama il suo secondo time-out (19-21). Un errore in palleggio di Coscione, e Coach Battocchio vuole parlarci su (21 pari). Hanzic risponde a Santangelo, e si va ai vantaggi. I canturini annullano due set point agli ortonesi, ed è l’opposto molisano ad attaccare out per il 25-27.

Inizio shock nel terzo set per il Pool Libertas: troppe ingenuità lanciano la Sieco Service 4-0, e Coach Battocchio ferma tutto. Al rientro in campo Ortona continua a martellare e il distacco tra le due squadre aumenta, costringendo il Coach canturino a chiamare il suo secondo time-out (10-4). Al rientro in campo è un’altra Cantù: piazza un parziale di 2-7 e torna sotto (12-11). Fabi allunga ancora (14-11), e sembra essere lo strappo decisivo. Uno scatenato Motzo non è d’accordo, rimette il punteggio in parità a quota 19, e Coach Lanci ferma il gioco. È sempre l’opposto sardo a trascinare i suoi (20-23), ma i padroni di casa tornano sotto (22-23). Sono due veloci di Copelli a consegnare ai suoi set e partita (23-25).

Queste le parole di Coach Battocchio a fine partita: “Noi sapevamo che sarebbe stata una battaglia, che Ortona ci avrebbe aggredito molto in battuta e ci eravamo preparati. Abbiamo avuto qualche passaggio a vuoto, ma abbiamo tenuto bene. Si vede che abbiamo ancora qualche limite nelle nostre certezze, nella nostra sicurezza e nella gestione di alcune situazioni. Però credo che ci sia da fare tanti complimento a questa squadra per come sta lavorando e per come è riuscita a ribaltare questa partita: è vero che di là mancava il palleggiatore (l’ex Lorenzo Piazza, ndr), ma a noi mancavano Capitano e Vicecapitano (Dario Monguzzi e Luca Butti, ndr) in trasferta contro una squadra che gioca forte e difende tanto, e non era semplice. Il terzo set, soprattutto, è stata una cosa quasi epica”.

Photo credit: Francesca Bottari