Terzo innesto per l’Olympic Salerno, prossimo a battezzare il campionato di Prima Categoria 2021/22 ospitando in casa l’Atletico Faiano sabato pomeriggio. Dopo il ritorno in biancorosso di Zurlo e la scommessa Guercio, si aggiunge alla famiglia colchoneros Alessandro Bracciante. Centrocampista, classe ’95, è uno dei volti più noti del calcio salernitano per la sua militanza con le maglie di Temeraria San Mango, Centro Storico Salerno, Pol.Baronissi, Audax e Longobarda, compagine con la quale ha disputato l’ultima stagione prima dell’interruzione per Covid. Quantità e qualità al servizio della squadra per il duttile atleta che in carriera ha collezionato vittorie giovanili e promozioni e così si presenta: “Conosco molto bene e da tempo l’ambiente Olympic avendoci giocato da avversario sin dai tempi della Juniores della Temeraria per poi proseguire in Promozione e Prima Categoria. Ho sempre stimato e apprezzato il lavoro del presidente Pisapia e l’impegno e la passione del gruppo storico, un gruppo di ragazzi di valore che è stato sempre stimolante affrontare da avversario sia nei vari campionati che nei tornei estivi. Una volta che mi si è presentata davanti questa occasione, ho colto la palla al balzo e non ci ho pensato su due volte”. Se i componenti della squadra sono ben noti, diverso è il discorso per mister Corbo: “Non lo conoscevo – aggiunge Bracciante – sono rimasto favorevolmente impressionato dal suo approccio e modo di lavorare. Sono sicuro che sotto la sua guida potremmo toglierci belle soddisfazioni, la squadra è competitiva come lo è sempre stato in questi anni e ci sono tutti i presupposti per puntare in alto”.