Conclusa con successo la “campagna francese” di Alfa Delta, che nel Grand Prix de l’Age d’Dor sul circuito di Dijon Prenois, è andata a podio in entrambe le gare del Greatest’s Trophy con entrambe le macchine schierate: due volte sul secondo gradino del podio in base all’Indice di Performance Antonio Carrisi, al volante dell’Alfa Romeo Giulietta SZ del 1961, mentre Jean-Luc Papaux e Roberto Restelli, titolare di Alfa Delta, si sono piazzati rispettivamente al 2° e 3° posto della categoria GTS10 con la Giulia TZ1 del 1963. Purtroppo un problema tecnico alla quinta marcia nelle battute finali di gara, ha fatto scivolare giù dal gradino più alto del podio Carrisi, comunque bravo a mantenere la piazza d’onore potendo utilizzare solo quattro marce.

Ora, solo il tempo di cambiare bagagli per Roberto Restelli, perché questo mese tiratissimo per la squadra varesina proseguirà con la partecipazione alla Cento Ore di Modena, che prenderà il via mercoledì 8 giugno dal Parco Fellini di Rimini, con due Giulia GTA 1600 per gli equipaggi Mathias Koerber- Roberto Restelli e Albert Weinzierl-Sarah Kraatz.