CASARANO RALLY TEAM: BUONI RISULTATI AL RALLYE SANREMO.
POSITIVO DEBUTTO PER GUGLIELMO DE NUZZO NEL CAMPIONATO ITALIANO RALLY JUNIOR. SARA CARRA ACCUMULA ULTERIORE ESPERIENZA E DAVIDE CRAVIOTTO CONQUISTA IL PODIO DI CLASSE NELLA GARA VALIDA PER IL CRZ.

Tre equipaggi al via ed altrettanti sulla pedana d’arrivo con la conquista di un brillante podio di classe e di un soddisfacente piazzamento nella top five: in estrema sintesi questo il positivo bilancio della partecipazione della Scuderia Automobilistica Casarano Rally Team alla 68esima edizione del Rallye Sanremo valido per l’European Rally Trophy ma anche come seconda prova del Campionato Italiano Rally Sparco e quale primo appuntamento della stagione con all’opera i giovani protagonisti del Campionato Italiano Rally Junior. E proprio nell’ambito del prestigioso campionato federale, riservato alle giovani leve del rallismo tricolore, la scuderia salentina schiera quest’anno la coppia formata dal casaranese Guglielmo De Nuzzo e dal navigatore ceccanese Andrea Colapietro che hanno portato a termine l’impegno sui difficili asfalti dell’entroterra della riviera dei fiori al quinto posto. Un gran bel risultato per l’equipaggio detentore del titolo Under 25 nell’ACI Sport Rally Cup Italia due ruote motrici, costruito intelligentemente prova dopo prova, migliorando costantemente i propri riscontri cronometrici e con un gap dai rivali (considerato anche il loro valore e la loro esperienza), che si è assottigliato chilometro dopo chilometro. Calato per la prima volta nell’abitacolo della Ford Fiesta Rally4 gestita da Motorsport Italia, l’equipaggio pugliese-laziale ha cercato, pur su un fondo molto impegnativo e reso viscido dalla pioggia, di trarre il massimo profitto dalla vettura, sulla quale ha lavorato costantemente per trovare il giusto compromesso in termini di assetto. Senza tuttavia commettere gravi errori, ma al contempo senza disdegnare incisività, da metà gara si è attestato in quinta posizione controllando agevolmente gli attacchi alle sue spalle. A dimostrazione del rendimento progressivo, lo score dei parziali (che lo hanno visto cogliere per quattro volte il quinto miglior tempo) culminato poi con il terzo posto siglato sulla penultima prova. Nella classifica generale De Nuzzo e Colapietro hanno chiuso al cinquantaquattresimo posto, risultando anche settimi di classe R2B e ancora settimi e diciassettesimi rispettivamente nella classifica Junior e Due Ruote Motrici del FIA ERT.
Seppur con meno gratificazioni dal punto di vista delle performance, si è comunque conclusa in maniera positiva anche l’avventura sanremese di Sara Carra che oltre ad affrontare per la prima volta la gara matuziana, ha anche lei esordito su una vettura mai utilizzata prima ossia la DR1 messagli a disposizione dal team campano LM Motorsport Racing Team. Affiancata dalla cuneese Federica Botta, la diciannovenne casaranese, detentrice in Settima Zona del titolo Femminile, ha disputato una gara non facile per via soprattutto di un feeling con la vettura ancora tutto da costruire e che la situazione meteo non ha per nulla agevolato. Il cattivo funzionamento della ventola di disappannamento del parabrezza in avvio di gara e l’incognita gomme hanno infatti reso inopportuno ogni ipotetico tentativo di forzare i ritmi, preferendo anche in prospettiva futura (Rally Targa Florio di inzio maggio), la ricerca del miglior dialogo possibile con la milletre molisana oltre a far tesoro dell’importante bagaglio di esperienza che una gara come il Rallye Sanremo può offrire. Carra e Botta hanno ultimato la gara chiudendo al terzo posto di classe R1A Nazionale, al quinto posto nel femminile, al ventisettesimo tra gli Under 25, al trentesimo tra i partecipanti al Campionato Italiano R1 e in centottesima posizione assoluta.
Oltre all’importante palcoscenico internazionale e tricolore la gara ligure, con il ritorno del Rally delle Palme, era anche valida ai fini dell’assegnazione della Coppa Rally ACI Sport di Seconda Zona e dove la Casarano Rally Team ha schierato l’equipaggio composto da Davide Craviotto e Fabrizio Piccinini. Per loro si è trattato di un positivo esordio con i colori della squadra diretta da Pierpaolo Carra, visto che hanno concluso le loro fatiche conquistando, al termine di una gara condizionata da pioggia e nebbia, il gradino più basso del podio in classe R2B. A bordo della già conosciuta e affidabile Peugeot 208 preparata da by Bianchi, l’equipaggio genovese-alessandrino ha condotto una gara in crescendo, risultando molto veloce e competitivo anche in condizioni di asfalto bagnato. Dopo un avvio di gara che lo ha visto navigare a intorno a metà classifica, al parco assistenza sono state apportate le dovute regolazioni alle vettura, scelta che si rivela azzeccata visto che sulla quinta ps l’equipaggio ha staccato il secondo miglior tempo che lo ha proiettato in terza posizione di classe a meno di tre secondi da chi lo precedeva e con un vantaggio inferiore ai due secondi da chi invece lo seguiva. Si è arrivati quindi sull’ultima prova con una situazione di classifica per ciò che riguarda il secondo e il terzo posto di classe, incerta e appassionante. Craviotto e Piccinini tentano l’assalto, ma l’operazione sorpasso non riesce e l’accoppiata Casarano Rally Team chiude con il terzo tempo. Risultato che comunque gli permette di conservare la terza posizione di classe e di risalire in diciottesima posizione assoluta finale, tredicesima di gruppo e di chiudere al quinto posto tra gli iscritti al secondo raggruppamento del R Italian Trophy. In ottica Coppa di Zona di categoria, il risultato proietta l’equipaggio in seconda posizione provvisoria a soli tre punti dal capoclassifica.

Fotografie di PhotoZini