La Withu Bergamo batte con pieno merito la capolista Reale Mutua Torino per 71-67, al termine di una gara sempre condotta ed in cui gli uomini di Calvani hanno saputo stringere i denti nei momenti decisivi, trovando le giocate decisive, in attacco ed in difesa. Cinque uomini in doppia cifra, guidati dai 19 di un ottimo Jones, a sottolineare l’ennesimo prova corale. Una vittoria, questa, che dà fiducia e morale in vista della Seconda Fase, e che di fatto tiene la Withu aggrappata ad un filo – seppur sottilissimo – per cercare di evitare il girone Nero. Servirà un’altra grande prova mercoledì 14 aprile in casa dei piemontesi, e sperare in due cadute consecutive di Orzinuovi. Ma la faccia messa in campo stasera da Pullazi e soci è quella giusta per il prosieguo di stagione.

La Withu si distingue in avvio (9-7 al 5’), affidandosi ad un positivo Easley e respingendo le folate di Cappelletti. La prima girandola di cambi permette ai gialloneri di prendersi il +6 con Jones, ed il “secondo quintetto” di Calvani risponde presente sia in attacco che in difesa (16-9 al 10’). Masciadri è un fattore dall’arco, Jones è in serata per il +10 interno, mentre Torino fa più fatica a trovare la quadra; la zona ospite prova a frenare l’ardore della Withu ed in attacco c’è Alibegovic che accorcia il gap (27-22 al 16’). Cavina rimette in campo i suoi americani, la partita resta godibile e la Withu sa farsi valere con Pullazi per il nuovo +8, immediatamente replicato dal solito Alibegovic. Torino torna sotto con Pinkins, e tocca a Jones rimettere Bergamo avanti all’intervallo lungo (32-31 al 20’).

La Withu esce decisa dagli spogliatoi, i canestri di Easley, Pullazi e Zugno ridanno margine ai gialloneri (42-36 al 25’), che ritrovano lo smalto del primo quarto in difesa. Torino non sta a guardare, ma c’è Vecerina che sigla otto punti praticamente consecutivi per il nuovo vantaggio in doppia cifra; quando torna in campo Alibegovic gli ospiti risalgono fino al -3, ricacciati però indietro da Masciadri e Pullazi (55-50 al 30’). La tensione sale, Alibegovic resta il pericolo numero uno dei piemontesi, ma nei primi 5’ dell’ultimo periodo di fatto non si segna (58-53 al 35’). La Withu scappa con Vecerina ed Easley, determinante su entrambi i lati del campo, ma le triple di Pinkins, Campani ed Alibegovic danno vita ad un finale infuocato (67-66 a 35” dalla sirena). L’uomo della provvidenza è Jones, che firma il +3 a 19” dalla fine, Cappelletti fa 1/2 dalla lunetta e sul rimbalzo i gialloneri strappano il pallone che permette ancora a Jones di chiudere l’incontro sempre dalla lunetta. Al PalaAgnelli finisce 71-67 in favore della Withu Bergamo.

Withu Bergamo-Reale Mutua Torino 71-67 (16-9, 32-31, 55-50)

Withu Bergamo: Zugno 4 (2/4, 0/2), Jones 19 (6/8, 1/3), Da Campo (0/1, 0/3), Pullazi 13 (1/6, 2/4), Easley 13 (6/10); Vecerina 12 (5/5, 0/3), Masciadri 10 (0/1, 3/4), Seck, Bedini (0/2 da tre), Parravicini n.e., Aiello n.e., Riboli n.e.. All. Calvani

Reale Mutua Torino: Cappelletti 6 (0/3, 1/3), Clark 16 (5/8, 0/3), Toscano 4 (1/2, 0/1), Pinkins 9 (2/5, 1/1), Pagani (0/1); Campani 7 (1/3, 1/3), Alibegovic 18 (3/7, 4/7), Penna 4 (1/2, 0/1), Bushati 3 (1/1 da tre), Origlia, Diop n.e.. All. Cavina

Tiri liberi: Withu Bergamo 13/17, Reale Mutua Torino 17/18

Rimbalzi: Withu Bergamo 35 (Easley 8), Reale Mutua Torino 25 (Penna 4)

Assist: Withu Bergamo 8 (Zugno 3), Reale Mutua Torino 11 (Penna, Toscano 3)

Usciti per 5 falli: Pinkins (Reale Mutua Torino)

Spettatori: gara disputata a porte chiuse