La stagione della Savino Del Bene Scandicci si chiude come nel 2018. Il 10 Aprile, in casa, contro l’Imoco Volley Conegliano. Una sconfitta per 0-3 che sancisce la fine della stagione delle toscane tra le migliori quattro d’Europa.

Coach Massimo Barbolini sceglie Malinov opposta alla polacca Stysiak, Lubian e Popovic sono la coppia al centro con Pietrini e Vasileva in banda, Merlo è il libero. Santarelli non cambia e ripropone il sestetto vincente con Wolosz-Egonu sull’asse palleggiatore-opposto, l’ex Bisonte Fahr e De Krujif sono le centrali, Sylla e Hill le schiacciatrici con De Gennaro libero.

Stysiak apre il match con un servizio sparato fuori, Vasileva fa pari ma Egonu accende subito la miccia (1-2). Stysiak risponde (3-3) ma l’Imoco non sbaglia niente e vola sul 3-5 con il murone di Fahr su Popovic.

L’opposta polacca appoggia il pallonetto, un errore riporta Scandicci pari e il sorpasso è firmato da una pipe in rete di Egonu (6-5). L’equilibrio è sovrano: l’opposta azzurra spara sulla linea il 6-7, ma Vasileva tiene a galla la Savino Del Bene.

Conegliano è fallosa (9-7), la Savino Del Bene ne approfitta con Lubian in fast (11-9) ma le venete sono lì.

Lubian spara fuori, Sylla vince uno scambio lungo e il tabellone recita 13-12. Stysiak non sbaglia, Egonu invece sì e sul 15-12 Santarelli ferma il gioco. Sylla graffia in attacco in diagonale, Popovic spara fuori e Conegliano è di nuovo sul -1. Egonu non sbaglia più e chiude il punto del 15-15 costringendo Barbolini a fermare tutto.

Le venete tornano avanti su una palla sparata fuori da Stysiak (15-16); sul punto successivo la polacca si fa murare da Fahr ma Vasileva riaccende la fiammella della speranza per le toscane.

Sul 18 pari, Stysiak prova a colpire ma Conegliano la inibisce riuscendo a portare il parziale sul 18-20 e obbligando Barbolini a prendere tempo nuovamente.

Lubian rimette in moto Scandicci, Barbolini inserisce Courtney su Vasileva ma Egonu colpisce ancora (19-21).

Pietrini accorcia in diagonale, ma Egonu fa volare le ragazze di Santarelli verso la chiusura del set (21-23). Sul punto di Popovic, Barbolini inserisce Bosetti ma Egonu firma il set point.

L’opposta della Nazionale fa tutto da sola: prima sbaglia e poi chiude il set.

Il secondo set inizia come si era concluso il precedente. L’Imoco innesta la marcia ma Malinov la ferma (2-1). L’equilibrio permane con Fahr e Sylla che ristabiliscono la parità (4-4).

 

Lubian c’è in fast (6-6) ma De Kruijf inserisce il turbo e dal 7-8 le venete volano. Vasileva si fa murare (8-10), Scandicci si perde sbagliando tanto e il parziale scivola sul 9-14.

 

Gli errori in battuta si susseguono (10-15) ma Egonu non perdona più e allunga sul +6. La forza di Conegliano si sente e sul 12-19 Barbolini ferma nuovamente il gioco.

 

Le toscane non rientrano bene in gioco con Fahr che colpisce su Bosetti e fa ace, ma poi sbaglia il punto successivo.

 

La Savino Del Bene è spinta da una performante Lia Malinov che azzecca i colpi tra cui un murone per il 15-20.

Tre scambi lunghissimi non vengono capitalizzati dalla Savino Del Bene che arriva sul 15-23 in men che non si dica.

 

Malinov confeziona due ace ma l’olandese de Krujif chiude anche il secondo parziale sul 19-25.

 

Il terzo set si apre con De Kruijf per vie centrali, ma Scandicci c’è per ben due volte con Lubian (2-2)

 

La lotta continua punto a punto (3-3), Pietrini mura Egonu ma poi Sylla ribalta ancora una volta per il 4-5 veneto.

Ancora Sylla e poi Fahr portano il parziale sul 4-7 costringendo Barbolini al time-out.

 

Il parziale resta aperto con tanto di bomba di Egonu su Merlo per il 4-10. Conegliano sbaglia (6-11), Stysiak no e Scandicci prova a rientrare. Un errore restituisce palla alle venete che scappano sul 7-13.

Gli errori aiutano la Savino Del Bene (9-14), Vasileva vola in diagonale ma le speranze vengono spente dalla solita Egonu infallibile dai 3 metri.

 

Resta il gap di 5 sulla sparata out delle pantere (11-16), Lubian lotta con Fahr e Sylla chiuse il 12-18. Egonu tiene il gap 13-19, Fahr fa venti e la stagione scivola via veloce.

 

La fine è segnata sul 15-25 che si porta con se pensieri, ricordi e mette un punto a questa stagione per Scandicci.

 

 

LE PAROLE DI MASSIMO BARBOLINI – “Avevamo detto di tenerli, il primo set abbiamo fatto molto bene, gli altri due non ci siamo riusciti. Penso che molto merito vada a loro, quando si gioca con Conegliano non è facile, grande onore al merito. Quando si giocano queste partite non è facile, anche quando fai le cose bene non è sufficiente, loro non ti regalano niente. È importante capire, anche a livello individuale cosa significa giocare ad alti livelli, magari non ci si arriva subito ma bisogna arrivarci più vicino al più presto possibile”.

 

Savino Del Bene Scandicci – Imoco Volley Conegliano 0-3 (23-25, 19-25, 15-25)

Savino Del Bene Scandicci – Stysiak 10, Malinov 6, Popovic 4, Pietrini 3, Merlo L, Lubian 6, Carocci L2, Cecconello ne, Samadan ne, Drewniok ne, Vasileva 5, Bosetti, Courtney, Camera ne. All: Barbolini

Imoco Volley Conegliano: Caravello, Gicquel ne, Butigan ne, De Kruijf 8, Folie ne, Omoruyi ne, De Gennaro L, Adams ne, Gennari, Wolosz 2, Hill 10, Sylla 14, Egonu 16. Fahr 10. All.: Santarelli

 

Tot: 1 Ora e 21 (26’, 25’,24’)

Ricezione: 63% – 77%

Attacco 31 % – 58%

Muri 5-12

Errori 15-23