SFIORATO IL PRIMO PUNTO CONTRO L’ENERGY PARMA
Il coach Bernardi: “Bella prova di carattere e di gruppo, avanti tutta”

WIMORE ENERGY VOLLEY – AMA SAN MARTINO 3-1
(18-25, 18-25, 25-18, 23-25)
Wimore Energy Volley: Rodella 19, Smiriglia 7, Quartarone 3, Grassano 13, Miselli 8, Magnani 13, Lanzara (L), Bertozzi 1, Cavazzoli, Colangelo, Ferrari Ginevra, Smalaj, Nutricati,Bellotti (2L). All. Raho
Ama San Martino: Pramarzoni 6, Santini 6, Porta 3, Maletti 14, Caciagli 5, Boschi 2, Bonfiglioli (L), Benincasa (12), Roncaglia, Luppi, Gozzi, Caffagni, Fregni, Grassigli. All. Bernardi
Durata: 20’, 25’, 23’, 30’. Tot. 1h 55’
Note Parma: ace 2, service error 11, ricezione 70%, attacco 45%, muri 9.
Note San Martino: ace, service error 8, ricezione 62%, attacco 36%, muri 10.

Esordio a testa alta per l’Ama San Martino che al pala Raschi ha sfiorato il primo punto stagionale contro la Wimore Energy Parma. Persi i primi due set, gli All Blacks del coach Bernardi hanno invertito la rotta sul 10-10 del terzo set, arrivato per bordata dell’opposto Benincasa in perfetta intesa con l’alzatore Boschi. Da lì l’Ama ha trovolto gli avversari fino a strappare loro un set che ha caricato gli animi per la battaglia del quarto parziale dove, scesi fino a -4 sul 17-13, i sammartinesi hanno saputo riscattarsi sul 20-20. Il finale al cardiopalma, ha visto la vittoria di Parma per due lunghezze soltanto.

“Ci abbiamo messo un po’ ad entrare in gara ma poi ci siamo fatti sentire, è stata una bella prova di carattere – commenta soddisfatto il coach Cristian Bernardi – nel terzo set abbiamo saputo metterli sotto pressione togliendo loro qualche uscita in attacco e siamo riusciti a imporre il nostro gioco. Anche nel quarto siamo rimasti in gara riprendendoli sul finale: pur non avendo fatto punti, questa partita ha dimostrato prima di tutto a noi stessi che sappiamo esprimere anche in campionato quella bella pallavolo che alleniamo ogni giorno in palestra, senza farci intimorire dall’avversario”.

Se l’obiettivo della serie B di San Martino è la salvezza, la Wimore Energy Parma, avversario di pregio, è stata invece costruita per la promozione. Nella metà campo avversaria tanti sono infatti i talenti che vantano una solida carriera in serie A, a partire dall’alzatore Quartarone per proseguire poi con gli ex Volley Tricolore Grassano, Magnani e Miselli. A combattere la battaglia a volto scoperto il coach Bernardi ha chiamato il seguente starting-seven con Boschi al palleggio, Porta opposto, Maletti e Pramarzoni in banda, Caciagli e Santini al centro, Bonfiglioli libero. Tanti i cambi effettuati in corsa tra cui l’inserimento dell’opposto Benincasa nel terzo set, il cui apporto è stato fondamentale per la svolta.

“Abbiamo tanta qualità anche in panchina, è giusto che tutti abbiamo spazio – commenta il coach Bernardi – voglio che ognuno abbia la consapevolezza di essere fondamentale per la squadra. Questa prima giornata di campionato ci ha dimostrato che per vincere dobbiamo remare tutti dalla stessa parte, lucidi e concentrati senza distrazioni. Importante a questo proposito è la presenza del capitano Luppi che anche se infortunato rimane un vero punto di riferimento, capace di dare consigli e tranquillità al gruppo. Se continueremo a lavorare così, potremo toglierci altre belle soddisfazioni e fare presto punti chiave per l’obiettivo salvezza”.

Il prossimo appuntamento per rivedere in campo gli All Blacks dell’Ama San Martino è in calendario per sabato 30 gennaio alle ore 17 contro Modena Volley alla Bombonera. La gara si giocherà a porte chiuse ma potrà essere seguita in diretta streaming collegandosi sulla pagina Facebook o sul canale YouTube del Volley Ball San Martino.