Il 4 gennaio si sono tenute le elezioni per la scelta del Presidente, del Delegato Sezionale e dei Revisori dei Conti della Sezione AIA di Bolzano “Mario Bregoli“. Viste le attuali restrizioni per il contenimento della pandemia da coronavirus, l’Assemblea Ordinaria ed Elettiva per la prima volta si è svolta in videoconferenza con modalità a distanza e con voto elettronico.

Alle ore 20:45 l’Ufficio di presidenza dell’Assemblea, composto dall’Avv. Christian Perathoner in qualità di Presidente, da Alessandro Salerno come Vicepresidente, da Arianna Bazzo come Segretaria, da Mark Heinrich Moroder quale Responsabile informatico e dagli componenti Michele Pieropan e Simone Pandini, ha dato inizio ai lavori, a cui oltre 97 associati, più del 60 per cento degli iscritti, hanno partecipato in via telematica, mediante la piattaforma Zoom.

Subito è stato il turno della relazione del Presidente uscente e candidato unico Alessandro Zampieron, il quale ha voluto ricordare prima di tutto la scomparsa, nel giugno dell’anno scorso, dell’arbitro benemerito Bruno Ramperti, e poi di alcuni momenti storici della stagione 2019-2020: due corsi arbitri con 19 nuovi associati, la riunione con l’arbitro della CAN Mario Piccinini, l’incontro con la squadra Giovanissimi Under 15 della Virtus Bolzano, il reclutamento di nuovi arbitri presso l’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Galileo Galilei” a Bolzano, la sospensione della stagione sportiva 2019-2020 a causa del coronavirus, le RTO svoltasi in videoconferenza

Alle 21:43, pertanto, il presidente dell’Assemblea ha aperto le operazioni di voto, che sono terminate intorno alle 22, Alessandro Zampieron con 82 voti è stato riconfermato Presidente di Sezione per il quadriennio Olimpico 2020-2024. Gli associati bolzanini hanno condiviso il lavoro della squadra del Presidente sia dal punto di vista tecnico che associativo.

Flavio Braghini ha ricevuto l’incarico di Delegato Sezionale con 37 voti, mentre i Revisori dei Conti sezionali saranno Lorenzo Cortese e Filippo Webber che hanno rispettivamente ottenuto 60 e 49 preferenze.

I candidati eletti hanno accettato gli incarichi ringraziando tutti quanti per la fiducia, e dopo quasi due ore di seduta l’assemblea è stata sciolta.