Uber supporta l’Ospedale Spallanzani di Roma con un servizio dedicato agli spostamenti del personale medico-sanitario

Potenziata anche l’area operativa del servizio Jump con il trasferimento delle e-bike anche nella zona dell’Ospedale

Dieci auto con conducente a disposizione dello staff medico per muoversi tra i diversi poli dell’Istituto Spallanzani di Roma, eccellenza italiana all’avanguardia e da sempre in prima linea nella lotta all’emergenza Coronavirus. Questa l’iniziativa con cui Uber si mette a disposizione dell’Ospedale Spallanzani, per assicurare, a titolo completamente gratuito e con corse illimitate, il trasporto di personale medico-sanitario e di attrezzature necessarie per la gestione dell’emergenza.

Il servizio sarà attivo tutti i giorni, per le prossime due settimane, dalle ore 17.00 alle ore 10.00 del mattino nei giorni feriali e h24 durante il weekend, quando l’Ospedale ha maggiore bisogno di effettuare gli spostamenti. Per usufruire del servizio sono stati creati dei “booking and pickup points” nei pressi delle diverse strutture dell’Istituto, che saranno così collegate tra di loro.

Inoltre, per offrire un ulteriore supporto alle persone che si muovono per e dall’Ospedale, Uber ha ampliato anche l’area operativa del servizio di e-bike Jump, che sarà dunque utilizzabile nella zona grazie alle diverse unità che vi sono state trasferite ad hoc. Lo staff medico sanitario dell’ospedale potrà così usufruire gratuitamente delle biciclette elettriche Jump, che per i cittadini romani che hanno necessità improrogabile di muoversi sono comunque disponibili ad una tariffa agevolata di 1 Euro. Per garantire la sicurezza di tutti gli utenti, è stata aumentata la frequenza di sanificazione delle biciclette e gli operatori sono stati dotati di dispositivi di protezione individuale.

Con queste iniziative Uber rinnova il suo impegno verso le comunità in cui opera, di cui si pone in ascolto per offrire supporto attraverso i diversi servizi della sua piattaforma. Uber si è infatti già attivata anche attraverso una serie di misure e promozioni sulla piattaforma Uber Eats per garantire la sicurezza del servizio e renderlo il più efficiente possibile per rispondere alle esigenze degli utenti. Infine, Uber contribuisce alla raccolta fondi per la Protezione Civile.

Ufficio Stampa