IL MONITO DI VITTORIO DE CARLO : “USCIAMO SOLO PER NECESSITA’ ”
Anche il calcio si ammala. I casi di calciatori in serie A infetti da coronavirus salgono per il momento a 14 casi. La situazione è delicata: si deve stare a casa e non mettere a repentaglio la salute . Al momento difficile ipotizzare la ripresa dei campionati. L’ex bandiera della Turris Vittorio De Carlo attualmente allenatore del Capri capolista con merito del campionato di Prima Categoria girone B vive questa profonda situazione di disagio col dramma ed il triste bollettino delle vittime di ogni giorno. Affranto lancia un accorato appello a tutti i suoi concittadini e sportivi in genere :”Non mi va di parlare di calcio in questo momento. Il mio pensiero va alle vittime fin qui registrate ad opera di un virus tremendo. Torre del Greco è stata una delle prime province colpite rimanendo scossi molto per il caso della maestra della scuola elementare. Ci siamo messi in quarantena già dopo una settimana.Questa è una città che ci tiene molto a rispettare le regole almeno per l’80% della popolazione. Qui il focolaio parla di 30 contagi su 80 mila abitanti.C’è molta gente per strada, rimaniamo in casa ed usciamo solo per lo stretto necessario. Come facevano una volta i nostri nonni? Si chiudevano in casa e riuscivano a gestire tutto tra mille difficoltà.Grazie ai social , abbiamo tutte le comodità per rimanere in casa. Supereremo questo momento tutti insieme” Il cammino del Capri in campionato è stato di primissimo livello ,con un cammino da prima della classe . Merito di un mister che ama il lavoro ai proclami, il sacrificio ai voli pindarici, l’umiltà di chi da giocatore ha calcato palcoscenici di rilievo e li vuole proporre a patto che tutti diano il massimo per la causa. Capri si è dimostrata una sfida da vincere con la voglia matta di non guardare la categoria portando in dote calciatori di spessore miscelati a giovani interessantissimi. Il risultato pura sinfonia per gli esteti del gran calcio :”Nella prima giornata di campionato venni a vedere lo Sporting Barra grande favorita del campionato perché in fase di mercato si era mossa bene. Noi puntavamo ad un torneo importante. Con gli allenamenti e con un gruppo nuovo , la squadra si è mentalizzata. Importante il lato caratteriale e andar d’accordo cosa fondamentale per la riuscita di una stagione. Ho sempre-osserva il mister- preteso massimo impegno e serietà. Non abbiamo mai visto la categoria allenandoci da veri professionisti. Sono contentissimo dell’applicazione sia mentale che fisica messa dai ragazzi. Gara dopo gara, è stato un continuo crescendo. Sono contento della società che ha creduto in me sin dal primo giorno. Contento dei dirigenti del Capri per la fiducia e stima reciproca. Società solida, non ci hanno mai fatto mancare nulla” . Parlare di futuro ora potrebbe sembrare un azzardo ma le idee del tecnico sono chiare:”Importante riprendere quanto prima, vuol dire che abbiamo sconfitto il virus. La salute umana viene prima di ogni cosa. Vincere sul campo è tutta un’altra cosa” dichiara l’allenatore.
D’obbligo i complimenti alla regina del campionato:55 punti realizzati, 70 reti fatte e appena 13 quelli subite. Annoverare in squadra gente del calibro di Longobardi capocannoniere del girone con 18 reti, Solitro, Brancaccio ,Gisonni e Valentino è un lusso per pochi. Spettacolo puro!!
#restiamoacasa #distantimauniti