Sono molteplici le ragioni per cui il corpo può provare dolore: un movimento sbagliato, uno sforzo troppo intenso, un’infiammazione muscolare, una ferita o i postumi di un’operazione. Quando questo avviene, si vuole solo che il “male” passi il prima possibile e in modo permanente.

Frutto della ricerca scientifica israeliana, B-CURE è un dispositivo laser a bassa potenza (LLLT) leggero, portatile e ricaricabile, che agisce direttamente sulla causa del dolore attraverso un incremento dell’attività cellulare nella parte trattata; in tal modo viene rafforzata la comunicazione intercellulare e aumentata la circolazione sanguigna, con un’accelerazione della naturale guarigione.
Dal punto di vista tecnologico, l’innovazione B-CURE consiste nel concentrare in uno strumento compatto la quantità di energia di un dispositivo laser di grandi dimensioni, distribuendola in modo graduale in base al numero di utilizzi, su un’area di 4,5 cmq, con tutta la comodità di un device portatile.

GLI INFORTUNI NEL CICLISMO
Gli amanti delle due ruote sono vittime di numerosi traumi e infortuni. Questi possono essere causati da un
errato gesto motorio, il risultato di un eccessivo carico di lavoro a danno di muscoli e tendini, o derivare dalla postura scorretta.
Dal momento che poi ogni corpo è diverso, risulta che alcuni soggetti, per cause del tutto naturali come la genetica, sono maggiormente predisposti agli infortuni rispetto ad altri.
Tendiniti, infiammazioni del legamento patellare del ginocchio, fragilità ossea con fratture da stress, sono solo alcune tra le lesioni che obbligano il ciclista a sospendere la propria attività in attesa della guarigione. Oltre a questi si evidenziano tra gli infortuni più frequenti, problemi ai muscoli della coscia, al polpaccio e al tendine d’Achille; seguono poi fastidi ad addome, anca, inguine, mano e avambraccio.

Entrando nello specifico, il dolore patello-femorale è un dolore che si riscontra, generalmente dopo l’allenamento in bicicletta, nella parte frontale del ginocchio, attorno all’area della patella. È sintomatico di un danno o un’infiammazione causata dalla frizione tra l’osso e la cartilagine ed è spesso collegato a sovraccarico funzionale. Una soluzione per evitare questo tipo di trauma sportivo è modulare gli allenamenti a seconda della reale preparazione atletica e rinforzare gradualmente i muscoli del ginocchio.

Ugualmente diffuso tra i ciclisti è il dolore alla schiena, e nella zona cervicale, dovuto alla particolare posizione mantenuta anche per lungo tempo nelle uscite, che può andare a infiammare i muscoli della zona interessata o il nervo sciatico.
Si può puntare alla prevenzione investendo in un telaio della bicicletta della misura adeguata e nell’attenzione alla corretta messa in sella, che tenga conto dell’altezza e altri parametri fisici del ciclista.

Ma se l’infortunio è ormai presente e il dolore è un compagno costante che impedisce la pratica dell’attività o limita le normali azoni quotidiane?

COME AGISCE B-CURE LASER
Qui entra in gioco B-Cure, che in virtù della sua leggerezza e facilità d’uso, permette un utilizzo in totale autonomia da parte dell’utente: le ricerche condotte dall’azienda Erika Carmel Ltd che lo ha sviluppato, suggeriscono di applicarlo per una durata di 8 minuti, ripetendo l’operazione fino a quattro volte al giorno. E tutto ciò è possibile ovunque ci si trovi, a casa o in trasferta, senza doversi recare in centri specializzati.
Il fascio di luce dello strumento applicato all’area da trattare agisce sulla superficie della pelle e allo stesso tempo penetra in profondità attraverso il tessuto cutaneo, senza alcun effetto collaterale, come riscaldamento o danni all’epidermide e al derma. Dall’assorbimento dei raggi laser da parte del corpo umano derivano il miglioramento della circolazione sanguigna locale, l’incremento dell’attività cellulare e l’intensificazione della comunicazione intercellulare. È proprio attraverso questi processi che B-Cure è in grado di aumentare la produzione dell’enzima SOD (superossido dismutasi) che combatte l’infiammazione e allevia il dolore.
Grazie al rilascio di endorfine, ormoni naturali prodotti dal cervello, il laser riduce l’intensità del dolore avvertito, consentendo un netto miglioramento della qualità della vita del paziente.

B-CURE LASER CLASSIC. Lo strumento domestico progettato per il trattamento di problemi cronici e acuti quali: mal di schiena, dolore al ginocchio, artrite. B-CURE Laser inoltre supporta e accelera la guarigione di ferite semplici e ferite gravi come acne, herpes, infezioni e cicatrici.
Energia erogata, 3,75 joule al minuto.
Prezzo consigliato al pubblico: 650.00 Euro.

B-CURE LASER SPORT. Un dispositivo efficace e naturale per il trattamento dei problemi ortopedici e dei dolori conseguenti a infiammazioni e infortuni sportivi acuti e cronici. B-CURE laser sport è utilizzato con successo da numerosi professionisti della medicina sportiva, da medici a ortopedici, da chiroterapeuti a fisioterapisti di ospedali, in quanto strumento ottimale per favorire la guarigione ed accelerare il ritorno alle attività sportive. Energia erogata, 4,5 joule al minuto.
Prezzo consigliato al pubblico: 800.00 Euro.

I prodotti B-CURE sono disponibili attualmente in 20 punti vendita in Italia (segnalati sul sito) tra farmacie, negozi sportivi e naturalmente nello shop online dell’azienda all’indirizzo: www.laser-pro.it
Alcuni punti vendita offrono anche la possibilità di noleggiare lo strumento prima dell’acquisto.