Mc Control Diavoli Vicenza espugna la pista di Asiago e si aggiudica il derby contro i Vipers con un pesante 10-0, frutto di una gara equilibrata per circa dodici minuti e poi sempre in mano ai biancorossi. Non c’è stata storia, infatti, dal primo gol dei Diavoli e nella seconda frazione di gioco: i biancorossi sono stati padroni del campo, hanno saputo sfruttare le occasioni a loro favore, hanno sfruttato ottimamente i power play e sono riusciti a prendere il largo senza che i Vipers riuscissero ad avere qualche reazione.
I vicentini, al completo, affrontano la gara con determinazione, anche se devono fare i conti con un buon avvio dei padroni di casa, senza Schivo, Spiller e Pesavento, vicini al vantaggio dopo un minuto e mezzo con Stella Stefano. Vicenza al 2′ va vicino al gol con l’ex Munari, ma dopo due minuti rischia di subire la rete quando il disco di Pertile supera Alberti, ma non il palo. Poco dopo Asiago ha a disposizione un power-play, ma non ne approfitta, e i Diavoli provano a passare al 6’con Delfino, bravo il portiere Stella, che si ripete al 9′ sul tiro a colpo sicuro di Zerdin.
La gara è equilibrata e piacevole, con occasioni da entrambe le parti e squadre vivaci e combattive. Al 10′ i padroni di casa hanno un’occasionissima con Basso, uno dei tanti ex (fra i quali l’allenatore Sommadossi), ma Alberti è decisivo e salva. La svolta arriva al 12′: Vicenza usufruisce di un power play e in superiorità è Simsic, al volo, a mettere il disco in rete. Il vantaggio carica i biancorossi, mentre i Vipers perdono lucidità. Altro fallo e altro power-play vincente per i Diavoli, stavolta con Delfino che dal centro fa secco Stella. I Diavoli volano e Asiago comincia ad affondare: altre due reti per i vicentini in un minuto con Dal Ben e Delfino. Poi prima dell’intervallo ancora un power play per Vicenza che non perdona, in gol con Munari. Diavoli sempre più padroni del campo e a segno anche in inferiorità numerica: Zerdin se ne va da solo, salta l’uomo e di rovescio chiude il primo tempo con un tennistico 0-6.
Nella seconda frazione di gioco staffetta tra i pali: fuori Alberti dentro Frigo, come di consueto, e per i Vipers fuori Stella e dentro Olando. La musica non cambia: Vicenza controlla la partita e va a segno ancora con Frigo, Zerdin e due volte Delfino, una sul finale in power play, con tante occasioni che potrebbero rendere il bottino ancora più pesante, con Olando impegnato più volte, e Michel Frigo attento a chiudere la porta biancorossa, ma mai veramente in pericolo.

Buoni segnali in casa Diavoli e soddisfazione per la meritata vittoria, anche se il lavoro da fare è ancora molto.
“Nell’ultimo periodo ci stiamo veramente preparando bene e quindi sono soddisfatto di come ha giocato la squadra – ha dichiarato a fine gara Angelo Roffo, allenatore dei biancorossi. – Il bottino è stato pesante, ora non so se giusto o meno, sicuramente la squadra ha giocato molto bene e sono soddisfatto. Stiamo provando alcune cose e vedo che in campo riusciamo a metterle in pratica e c’è molta più attenzione sotto certi aspetti nei quali eravamo carenti e quindi sono soddisfatto del lavoro che stiamo facendo e perché la squadra sta crescendo bene. Naturalmente ogni gara fa storia a sé e potrei essere smentito in qualsiasi momento, sappiamo che basta poco, ma ora sono soddisfatto”.
– E il prossimo impegno è di nuovo fuori casa con l’avvio del girone di ritorno a Ferrara.
“Ferrara è una squadra pericolosissima, intanto perché è un po’ altalenante come prestazioni ed è un’incognita, se ti capita nel momento positivo e giocano al loro livello e sul loro campo possono far male. Al momento vedendo le prestazioni attuali non stanno facendo per quanto avevamo visto nella prima di campionato contro di noi, in cui avevano giocato benissimo. Li avevo visto come potenziali favoriti, ma poi hanno avuto alti e bassi. Ora si sono potenziati con gli italiani che han preso e i due sloveni, che conosciamo bene e sono molto forti. Hanno esordito questa settimana, quindi per la prossima gara saranno più inseriti e dovremo quindi star molto attenti e sarà una partita molto pericoloso. Giochiamo su un campo particolare che necessita di tempo per abituarsi, quindi sarà una partita complicata e dovremo stare molto molto attenti.”

Asiago Vipers-Mc Control Diavoli Vicenza (0-6) 0-10
Asiago Vipers: Stella G., Olando; Pertile, Strazzabosco, Rossi, Cantele, Panozzo, Frigo, Stella S., Stella A., Basso, Rodeghiero, Berthod, Martello.
All. Sommadossi
Mc Control Diavoli Vicenza: Alberti, Frigo M.; Baldan, Simsic, Munari, Ustignani, Frigo N., Testa; Zerdin, Loncar, Delfino, Roffo L., Lievore, Dal Ben, Tabanelli.
All.: Roffo A.

Arbitri: Grandini e Zatta.

RETI
PT: 13.08 Simsic (V) pp, 16.49 Delfino (V) pp, 17.14 Dal Ben (V), 18.14 Delfino (V), 19.39 Munari (V) pp, 24.15 Zerdin (V) pk;
ST: 28.24 Frigo N. (V), 31.02 Delfino (V), 44.07 Zerdin (V), 48.55 Delfino (V) pp.