Bosch sostiene il FAI il Fondo Ambiente Italiano che, dal 1975, si occupa di valorizzare e salvaguardare il patrimonio di arte e natura italiano. Una solida collaborazione, che prosegue da oltre 10 anni, nata dalla condivisione degli stessi valori per la tutela e il rispetto dell’Ambiente.

Bosch si impegna da sempre in diversi ambiti di Responsabilità Sociale e partecipa attivamente al raggiungimento degli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile definiti dal Global Compact delle Nazioni Unite. Ambiente, Società, Prodotti e Collaboratori sono gli ambiti principali in cui declina il proprio operato.
Essere sostenibili vuol dire garantire il successo a lungo termine dell’azienda, preservando le risorse naturali, umane ed economiche da cui dipendono le generazioni attuali e future. L’ecologia, in particolare, è uno dei fattori trainanti dell’innovazione e della ricerca tecnologica, ciò vuol dire: efficienza, risparmio energetico e riduzione degli sprechi.

Anche Bosch Elettrodomestici dunque conferma il proprio impegno per il rispetto dell’ambiente grazie a una nuova collaborazione con il FAI che, questa volta, coinvolge e premia direttamente il consumatore. Dal 5 marzo al 5 giugno 2019, acquistando una lavatrice i-DOS (previa registrazione sul sito www.bosch-home.com/it), Bosch regalerà 2 biglietti per visitare uno dei tanti Beni protetti e tutelati dal FAI.

Le lavatrici con sistema di dosaggio automatico i-DOS Bosch sono un esempio per l’eliminazione degli sprechi d’acqua, di energia e la riduzione dell’utilizzo dei detergenti. i-DOS riconoscere il carico, il tipo di tessuto e il grado di sporco dosando con una precisione al millilitro detersivo e ammorbidente, rispetto alla tipologia di lavaggio selezionata. Il dosaggio intelligente permette, così, di risparmiare oltre 7.000 litri di acqua* e fino a 11 litri di detersivo all’anno.

Infine, dal 12 marzo al 9 aprile, Bosch Elettrodomestici, accompagnerà tramite le lavatrici i-DOS il programma “Meraviglie – La penisola dei tesori” in cui Alberto Angela racconta i capolavori del nostro territorio, a conferma di un’attenzione profonda dell’azienda verso l’ambiente in cui viviamo e la sua tutela.

(*) Fonte: wfk, Istitute for Applied Research, report WL 5132/10

Ufficio Stampa