Anno nuovo vita nuova. Archiviata la sosta natalizia, il ChievoVerona Valpo si appresta a tornare sul rettangolo di gioco con il desiderio di mettersi alle spalle le difficoltà di un girone di andata estremamente complicato.

Nel preparare il posticipo domenicale contro la Juventus, la compagine clivense fa affidamento sulla determinazione e sul carattere sciorinati nella ripresa dell’ultima gara all’Olivieri, una frazione che, anche secondo Debora Mascanzoni, deve rappresentare per la squadra un nuovo inizio. «Per noi questo deve essere l’anno del cambiamento – commenta la centrocampista gialloblù – già contro il Milan si sono visti dei miglioramenti, in quanto il finale è stato beffardo: se quel rigore fosse entrato, la partita e il suo risultato sarebbero stati indubbiamente visti in un altro modo. Sono molto fiduciosa in ottica di questo 2019 e sono sicura che lavoreremo bene. Nel secondo tempo contro la formazione rossonera abbiamo combattuto molto ed è quello che ci aspetterà anche nella prossima partita: per noi quella contro la Juve rappresenta una bella prova, nella quale non vogliamo abbassare la testa. Non si molla niente».

Ufficio Stampa