Fisico da supereroe, cuore e coraggio per piegare la moto al proprio volere. ALESSANDRO BOTTURI è il pilota che ognuno ha sognato di essere. E T.ur, il nuovo brand di TUCANO URBANO dedicato all’adventouring, affida al grande campione di enduro il sogno di sfidare le dune dell’Africa Eco Race 2019 e 2020.

Due anni di dure prove, in cui Botturi avrà modo di indossare l’abbigliamento T.ur in gara e nel dopogara e di supportare il reparto Ricerca&Sviluppo nella sua costante progettazione di prodotti sempre più all’insegna della qualità, dello stile e della passione.

“Siamo onorati – dichiara Diego Sgorbati, Ceo di Tucano Urbano – che un pilota con l’esperienza e le capacità di Botturi abbia sposato il progetto T.ur. Alessandro è un pilota la cui passione per la moto non si esaurisce nelle gare,    ma è quella genuina di un vero motociclista. Inoltre, ha da subito dimostrato grande competenza tecnica sul prodotto; quindi con lui entra nella squadra T.ur un tester di altissimo livello che potrà fornire preziose indicazioni per lo  sviluppo dei nuovi prodotti”.

Il sodalizio tra T.ur e Botturi prenderà il via, in sella a una Yamaha WR450 F, il 30 dicembre, con l’undicesima edizione dell’Africa Eco Race, che quest’anno promette di essere ricordata come la più dura di sempre, con piste inedite e molti chilometri fuoripista.

“Sono molto contento – dichiara Botturi – di entrare a far parte della famiglia Tucano Urbano con il nuovo marchio T.ur, un marchio che farà parlare molto nel mondo dell’adventouring. Ho molta stima e rispetto per Diego Sgorbati,  per i suoi collaboratori e per tutto quello che hanno costruito in pochi anni. Tanto più che T.ur è un marchio italiano e  di questo sono veramente fiero”.

T.ur, inzia l’avventura.
Luca_Rocca_PH Credit
Ufficio Stampa