Al Druso, nella “prima” di campionato, i biancorossi si impongono per 1-0 con gol-partita del bomber abruzzese, già top-scorer nella scorsa stagione con 18 reti
E chi, se non Rocco Costantino, già top-scorer biancorosso nella scorsa stagione con 18 gol? E’ infatti il bomber abruzzese il match-winner al Druso contro il Teramo, sconfitto dai biancorossi per 1-0 nella  giornata inaugurale del girone B di serie C. Insomma, buona la “prima” per i biancorossi, con Costantino che – fermato solo dalla traversa nel primo tempo – conferma il suo sanissimo fiuto del gol.
MATCH PREVIEW. Inizia il cammino dell’FC Südtirol nella serie C (girone B) 2018-2019, terza divisione nazionale per importanza, alla quale il club biancorosso partecipa per la nona stagione consecutiva. Allo stadio Druso la rinnovata squadra biancorossa, che riparte da un memorabile secondo posto e da una semifinale playoff conquistati nella scorsa, esaltante stagione, si misura al debutto in campionato con il Teramo, terzultimo classificato nella scorsa edizione del girone B di serie C, ma avversario contro il quale il Südtirol ha vinto una sola volta nei sei precedenti fra le due squadre.
Contro gli abruzzesi mister Zanetti non può disporre dell’infortunato Crocchianti e dello squalificato Vinetot, con Morosini – non al meglio della condizione – che parte dalla panchina. L’allenatore biancorosso si affida al modulo “3-4-3”, con De Rose e Berardocco in cabina di regia e con Fink, Costantino e Turchetta a comporre il tridente offensivo.

LIVE MATCH. Avvio di gara molto aggressivo degli ospiti, con la difesa biancorossa che va un po’ in affanno, ma poi il Südtirol inizia a macinare gioco, con Turchetta che al 5′ guadagna un calcio d’angolo che lui stesso scodella a centro area per l’incornata di Costantino che si stampa sulla traversa, poi Ierardi prova a ribadire in gol, ma Lewandowski si oppone al tentativo di rebound ravvicinato. La prima (grande) occasione da rete è della squadra di Zanetti.
I biancorossi si impossessano progressivamente del pallino del gioco attraverso una manovra fluida ed ariosa che cerca costantemente sbocchi sulle corsie laterali con le catene Tait-Fink a destra e Fabbri-Turchetta a sinistra, ma al 15′ ci vuole un grande Offredi per togliere dall’incrocio dei pali un  sinistro potente da dentro l’area di Piccioni, quest’ultimo mandato al tiro da una respinta corta e centrale di Casale su cross dalla destra di Spighi.
Per essere la prima partita di campionato si gioca a ritmi piuttosto elevati, e al 21′ su svarione di Della Giovanna l’intraprendente Spighi apre un’autostrada a Piccioni, che entra in area di rigore biancorossa, allungandosi però il pallone e permettendo a Offredi di sventare la minaccia in uscita bassa.
Il Teramo si dimostra avversario ostico e non privo di qualità, soprattutto dalla cintola in su, ma il Südtirol si rivede in avanti al 27′ su sponda di Costantino per il destro potente dai 30 metri di Tait, respinto di pugni da Lewandowski.
La partita si mantiene vivace anche nel finale di tempo, e al 40′ Turchetta si gira in un fazzoletto di campo, entrando in area e andando alla conclusione di sinistro che risulta però debole e centrale, e quindi facile preda del portiere ospite.
Primo tempo godibile che si conclude sullo 0-0.
Si riparte, dopo l’intervallo, con gli stessi effettivi del primo tempo in entrambe le squadre, ma col Südtirol che torna a disporsi col modulo “tipo” della gestione tecnica di mister Zanetti, ovvero il “3-5-2”. Fink arretra infatti sulla linea dei centrocampisti, come intermedio di sinistra, con Berardocco “play” e con De Rose mezz’ala destra.
In attacco, invece, Turchetta giostra immediatamente alle spalle di Costantino.
Al 2′ Tait tiene in campo il pallone sulla linea di fondo campo per poi servirlo a ritroso, in area, a Turchetta, il cui destro di prima intenzione è abbrancato in presa dal sicuro Lewandowski.
Al 9′ mister Zanetti cerca maggiore forza d’urto e cambio di passo in mezzo al campo, inserendo Morosini al posto di De Rose. Poco dopo, invece, fuori Turchetta e dentro Mazzocchi, che va ad affiancare Costantino in avanti.
E la nuova coppia d’attacco biancorossa, al 21′, dopo clamoroso svarione difensivo del Teramo (Vitale calcia sciaguratamente il pallone addosso a Caidi), duetta ai 20 metri, con Mazzocchi che spalanca la porta a Costantino, il quale – da dentro l’area – non si fa pregare e firma l’1-0, nonché la sua prima rete in campionato, la terza stagionale, includendo anche i due gol segnati in Coppa Italia.
Biancorossi vicino al raddoppio al 39′ su cross di Tait e colpo di testa di Mazzocchi di poco impreciso.
Poi entra anche De Cenco, che al 44′ si libera bene al tiro, non riuscendo però a sorprendere Lewandowski con la sua conclusione mancina.
Ma basta il gol del “solito”, infallibile Costantino per festeggiare, a fine gara, un debutto casalingo con vittoria. E’ solo la “prima” di campionato, d’accordo, ma i segnali sono incoraggianti.

FC SÜDTIROL – TERAMO 1-0 (0-0)
FC SÜDTIROL (3-4-3): Offredi; Ierardi, Casale, Della Giovanna; Tait, De Rose (54. Morosini), Berardocco (84. Antezza), Fabbri (84. Procopio); Fink, Costantino (84. De Cenco), Turchetta (57. Mazzocchi)
In panchina: Gentile, Ravaglia, Boccalari, Zanon, Oneto, Colucci, Jamai
Allenatore: Paolo Zanetti
TERAMO (4-3-3): Lewandowski; Ventola, Caidi, Altobelli, Mastrilli (57. Vitale); Spighi (78. Barbuti), Ranieri (66. De Grazia), Proietti; Zecca, Piccioni (57. Fratangelo), Bacio Terracino
In panchina: Pacini, Fiordaliso, Mantini, Piacentini, Zenuni, Persia, Cappa
Allenatore: Giovanni Zichella
ARBITRO: Eduart Pashuku della sezione di Albano Laziale (Cataldo di Bergamo e Ceccon di Lovere)
RETE: 61. Costantino (1-0)
NOTE: temperatura estiva. Ammoniti: Fink (FCS, 81.), Antezza (FCS, 91.), Ierardi (FCS, 94.)
Ufficio Stampa