L’allenatore della Nazionale a Chieti per uno stage con le giovanili
La prima volta di Gilberto Gerali in Abruzzo: “Impegno e sacrificio per diventare campioni” È stata la prima volta di un manager della nazionale Italiana di baseball a Chieti. Gilberto Gerali, numero uno degli azzurri del batti e corri, ha passato un’intera giornata di allenamento sul diamante di Santa Filomena, a Chieti Scalo, incontrando ragazze e ragazzi Under 12 e Under 15 che giocano nelle squadre abruzzesi.
Si è trattato di un vero e proprio allenamento, con Gerali che ha avuto non solo l’occasione di divertirsi insieme ai piccoli campioni delle giovanili (presenti rappresentanti delle più importanti società abruzzesi, come Atoms’ Chieti, Chieti baseball, Atri-Pineto e Pescara), ma anche la possibilità di dare consigli tecnici ai coach intervenuti per l’occasione.
Allenamento di battuta, corsa sulle basi, istruzioni e tecniche di difesa: tanti preziosi consigli e una promessa speciale: “In primavera, prima dell’inizio del campionato, tornerò con un paio di giocatori della Nazionale così per voi sarà una esperienza ancora più stimolante”. “L’impegno e l’attenzione che avete messo oggi in campo deve esserci per tutta la stagione. Se volete diventare dei bravi giocatori e campioni come spero, dovete mettere ogni giorno sul campo il massimo che potete. Dovete divertirvi ma con il massimo impegno. Prima di tutto c’è la scuola, però quando siete sul  campo d’allenamento devono essere due ore di divertimento e di massimo impegno”.
In contemporanea alla seduta di allenamento, la sala giunta della Provincia di Chieti ha ospitato la riunione del Consiglio Federale, alla presenza del numero uno della Federazione Italiana, Andrea Marcon, accolto in città dal sindaco Umberto Di Primio.
Ufficio Stampa