Renault Sport Formula One Team al Gran Premio Gulf Air di Formula 1 del Bahrein
Renault Sport Formula One Team ottiene un bel sesto posto con Nico Hülkenberg alla fine di un Gran Premio del Bahrein strategico e velocissimo. Grazie alla sua strategia dei due stop alternando pneumatici ultra soft- soft- ultra soft, Nico si è persino portato fino in quarta posizione. Carlos Sainz, arrivato undicesimo, ha avuto un pò di sfortuna finendo appena fuori dalla zona punti.
Nico parte dalla settima posizione con le Pirelli ultra soft (rosse) utilizzate nelle qualifiche. Sesto al 15° giro, si ferma per montare un nuovo treno di gomme morbide. In quarta posizione al 39° giro, fa un nuovo stop per passare alle ultra soft rodate. 
Decimo alla partenza, Carlos inizia la corsa con i pneumatici ultra soft delle qualifiche. Al 16° giro è ottavo quando monta un treno di gomme ultra soft nuove. Al 26° giro, in dodicesima posizione, passa alle morbide.

Nico Hülkenberg, R.S.18-02 #27 – Partenza: 7° – Arrivo: 6°
«Oggi abbiamo fatto il massimo in gara. È positivo. Non avevamo il ritmo per competere con le auto davanti a noi. Sono un pò deluso, ma è chiaro che la lotta per i primi posti è estremamente serrata. È stata una gara piuttosto densa. Il nostro principale obiettivo era quello di risparmiare carburante cercando comunque di combattere con gli altri. Penso che ce l’abbiamo fatta egregiamente stasera.» 

Carlos Sainz, R.S.18-01 #55 – Partenza: 10° – Arrivo: 11°
«Verso la fine ho cercato di sopravvivere con i pneumatici morbidi quasi consumati e un grosso sforzo di gestione del carburante. Dobbiamo analizzare quello che è successo all’inizio, sono slittato un pò troppo e questo ha compromesso la mia gara. Mi sono trovato bloccato dopo i miei due stop e in quella situazione non c’era molto da fare. Ad essere onesto, è stata una giornata difficile, ma la Cina è già alle porte e ci batteremo per tornare in zona punti. »

Cyril Abiteboul, Direttore Generale
«È stata una gara movimentata che ci ha comunque permesso di piazzarci bene con Nico che ha avuto una bella prestazione su un circuito che non ci è favorevole. La brutta partenza di Carlos ha penalizzato tutta la sua gara. Ciò dimostra ancora una volta che ogni dettaglio conta. Ha concluso vicinissimo alla zona punti, fatto deludente, ma ha fatto il massimo con una gestione dei consumi molto complicata, se si considera la corsa che ha fatto per riprendere le posizioni. In qualifica il ritmo era stato buono. Il livello di performance dell’auto ci dovrebbe consentire di posizionarci meglio sulla griglia di partenza e quindi di avere domeniche più semplici. Grazie al sesto posto di Nico, rimaniamo in buona posizione nel campionato Costruttori con un numero di punti in linea con i nostri obiettivi. Il ritmo della gara tuttavia non è stato soddisfacente, in particolare con i pneumatici morbidi. Dovremo analizzare, capire e cercare di migliorare il tutto al più presto.»

Ufficio Stampa