Si sono ultimate le procedure per il reclutamento di undici nuovi atleti nelle Fiamme Azzurre e – in attesa di formalizzare il tesseramento nel Gruppo Sportivo – fanno parte a tutti gli effetti del Corpo di Polizia Penitenziaria alcuni giovanissimi talenti dello sport italiano: Nadia Battocletti, Eloisa Coiro e Zaynab Dosso (atletica leggera) nella foto sopra – , Francesco Lamon e Letizia Paternoster (ciclismo su pista)……

……Giorgio Malan (pentathlon moderno), Beatrice Mallozzi (triathlon), Matteo Rizzo (pattinaggio su ghiaccio) – nella foto sotto -, Mattia Variola e Patrick Baumgartner (bob), Valentina Margaglio (skeleton).

Nella presentazione partiamo dall’atletica leggera, dove ci sono stati tre nuovi arrivi: si tratta di Nadia Battocletti (Cles, 12 aprile 2000 – proveniente dall’Atletica Valli di Non e Sole, allenata dal papà ed ex campione azzurro Giuliano Battocletti), medaglia di bronzo sui 3000 metri agli Europei juniores di Grosseto 2017 e argento con la nazionale U20 di cross ai recenti Europei di Samorin (quinta individuale); di Eloisa Coiro (Roma, 1° dicembre 2000 – proveniente dall’Atletica Roma Acquacetosa, allenata da Emilio De Bonis), PB di 54.72 sui 400 e 2:04.63 sugli 800 (rispettivamente sesta e seconda nelle liste U18 di sempre), quinta agli Europei juniores di Grosseto 2017 sul doppio giro; e di Zaynab Dosso (Man/CIV, 12 settembre 1999 – proveniente dalla Corradini Excelsior Rubiera, allenata da Loredana Riccardi), che ha di recente corso a Magglingen i 60m indoor in 7.41 e raggiunge in Fiamme Azzurre un’altra nazionale dello sprint di origini ivoriane, Audrey Alloh.

Passiamo ad un componente della nazionale azzurra del pattinaggio artistico su ghiaccio in partenza per i Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang: Matteo Rizzo (Roma, 5 settembre 1998), talento emergente finora di stanza nell’Icelab Bergamo, arriva dal brillante nono posto dei Campionati Europei di Mosca e raggiunge in Fiamme Azzurre i campioni che costituiranno l’ossatura della squadra olimpica impegnata nel “team event” con la capitana Carolina Kostner, le coppie di danza Anna Cappellini-Luca Lanotte e Charlene Guignard-Marco Fabbri e lo specialista delle coppie di artistico Ondrej Hotarek (in Corea con la partner Valentina Marchei).

Sempre nella prospettiva di allargare l’impegno nel settore degli sport della neve e del ghiaccio, arrivano nella Polizia Penitenziaria i campioni italiani di bob a due Mattia Variola (San Vito al Tagliamento, 17 maggio 1995 – inserito nella squadra per Pyeongchang) e Patrick Baumgartner (Brunico, 27 dicembre 1994), mentre la miglior specialista italiana dello Skeleton, Valentina Margaglio (Casale Monferrato, 15 novembre 1993), si affiancherà a Mattia Gaspari (già in Fiamme Azzurre, nono ai Mondiali 2017 e qualificato per i Giochi Invernali, ma assente per infortunio).     

Nel ciclismo arrivano due esponenti titolati della pista italiana: la talentuosa Letizia Paternoster (Cles, 22 luglio 1999, un palmarès già ricchissimo di medaglie a livello internazionale) e Francesco Lamon (Mirano, 5 febbraio 1994, colonna del quartetto azzurro dell’inseguimento, sul podio negli ultimi Mondiali ed Europei).

Nella tradizione delle Fiamme Azzurre, sempre attente alle esigenze delle discipline multiple, si aggiungono ai campioni della Polizia Penitenziaria due giovanissimi emergenti: Giorgio Malan (Torino, 27 gennaio 2000) nel pentathlon moderno e Beatrice Mallozzi (Roma, 28 maggio 2000), il futuro – ma già titolatissimi nel settore giovanile – delle rispettive specialità.

UFFICIO Stampa G.S. Fiamme Azzurre