L’EMILIA ROMAGNA BATTE IL LAZIO E CHIUDE AL TERZO POSTO LA “LUDEC CUP 2017”
EMILIA ROMAGNA – LAZIO  81-70
(22-17;45-38;64-54)

Emilia Romagna: Moretti (Bsl San Lazzaro) 5, Cardin (Futurvirtus), Bandini (Oneteam Forlì), Collina (Futurvirtus) 11, Cattani (Futurvirtus), Malaguti (Pontevecchio) 18, Sibani (Bsl San Lazzaro) ne, Terzi (Sport Junior 2000) 4, Tamborino (Bsl San Lazzaro) 8, Scheda (Bsl San Lazzaro) 2, Manna (SBM Modena) 10, Scarponi (Insegnare Basket Rimini) 23. All.Ambrassa

Lazio: Matera 9, Stazzonelli 10, Bordi 4, Mastropietro 5, Piazza, Lato 2, Fusca,  Anderlucci, Di Camillo 12, Tarallo 11, Cannavina 13, Tripodi 4. All.Gilardi
L’Emilia Romagna, per il secondo anno consecutivo,  conquista il terzo posto nella “Ludec Cup” battendo, al “PalaTagliate” di Lucca, il Lazio per 81-70
Dopo un avvio di gara contratto, l’Emilia Romagna tenta la fuga: Manna e Scarponi trascinano i rossoblu in doppia cifra di vantaggio (18-8 al 7’). Il Lazio, però, ricuce parzialmente lo strappo in chiusura di frazione e termina i primi 10’sotto di cinque lunghezze: 17-22. Nel secondo quarto i laziali mettono la testa avanti (28-30 al 15’), grazie a un ispirato Di Camillo, ma, sotto la regia di Moretti, l’Emilia Romagna ritrova il pieno controllo del match (35-41 al 18’) e vola sul +7 all’intervallo lungo: 45-38. Nella terza frazione, dopo un lungo periodo di abulia offensiva da entrambe le parti, i rossoblu allungano a +10 con un siluro di Collina (52-42 al 26’). Il Lazio non molla e accorcia sino al -6 (58-52 al 28’), fallendo però numerose occasioni per rientrare definitivamente in partita, a causa anche dei tanti errori dalla lunetta. Gli emilianoromagnoli chiudono in crescendo e alla terza sirena sono avanti 64-54. Collina, con cinque punti consecutivi, lancia i suoi sul +15 (71-56 al 33’) all’inizio dell’ultimo quarto. Dall’altra parte sono Tarallo e Di Camillo a mantenere vive le speranze del Lazio: break di 6-0 e biancoblu nuovamente in singola cifra di svantaggio (73-64 al 37’). Scarponi e Tamborino respingono gli ultimi tentativi di riavvicinamento degli avversari e l’Emilia Romagna si aggiudica il match, e il terzo posto, per 81-70.

Ufficio Stampa Fip