SERIE C GOLD: L’Auxilium CUS la porta a casa dal PalaFerraris di Casale Monferrato, ma che fatica !
Ad una partenza sopra le righe, in cui raggiungono il +17 in 7’ depositando dentro alla retina avversaria qualunque cosa tirino o quasi, i gialloblu fanno seguire una mezzora di spaventosa difficoltà a far canestro da lontano; poi nel finale risolvono tutto cambiando strategia.
Torino fa fuochi e fiamme in avvio: tre di Campanelli, Chiotti tira una prima volta e realizza al secondo tentativo dopo un rimbalzo offensivo di Riviezzo, che poi segna da sotto recuperando sul suo stesso errore. Di Matteo fa 0-7.
Il tutto con i monferrini che, tra tiri sbagliati e palle perse, faticano ad entrare in partita. L’Aux CUS invece non sbaglia un colpo: 2+1 di Chiotti, altro guizzo da sotto Riviezzo: 3-14 al 4’. Ancora un errore al tiro di Casale (1 su 8 in avvio), rapido ribaltamento di Russano per Riviezzo: 3-16.
Il monferrino Nicora perde di nuovo palla, il fallo di Cecchinato manda Campanelli in lunetta: 2 su 2.
Dopo quasi 4 minuti senza segnature, Banchero muove il punteggio di Casale. Replica istantanea dei cussini: Campanelli infila due conclusioni pesanti di fila e ritocca il massimo vantaggio ospite a +17: 7-24 al 7’. Sembra tutto facile per Torino: troppo facile, e infatti non è così.
Nonostante il divario, la gara si mantiene intensa e i ritmi alti. Congeniali ai casalesi, che passano dalla zone press alla difesa a uomo e cambiano volto alla (loro) gara: Banchero anima la rimonta monferrina con un paio di canestri veri, cioè difesi fino al rilascio della palla, e pure bene, dagli ospiti.
Calibrata la mira, i padroni di casa crescono a vista d’occhio e il coach cussino Porcella è costretto al time-out sul 16-25 del 9’. La sosta tecnica non scuote però i gialloblu che a cavallo del 10’ subiscono per due volte la concretezza di Martinotti. Ma è soprattutto in attacco che Torino si perde, faticando nella costruzione del gioco e, come diretta conseguenza, anche nella sua finalizzazione.
I gialloblu non sono male in fase arretrata ma Lazzeri confeziona un altro canestro di ottima fattura per il 22-27 del 12’.
Riviezzo e Chiotti fanno uscire l’Aux CUS per qualche secondo dall’angolo (24-31), l’inerzia è però tutta dalla parte dei locali: Banchero è scatenato e la sua tripla al quarto d’ora chiude del tutto il buco: 28-31.
Sui successivi errori cussini, Nicora e Lazzeri accorciano per due volte al -1: 32-33.
Un timeout di Porcella porta in dote due circolazioni perfette contro la nuova chiamata di zona monferrina: 3 di Russano, 3 di Campanelli e nel giro di 50 secondi il vantaggio gialloblu riprende un po’ fiato: 32-39 al 39’.
Il taglia-fuori ospite però non è puntuale e Lazzeri piazza il tap-in del 34-39 con cui le squadre vanno al riposo.
Il terzo quarto inizia sulla falsariga del secondo: appena la Casale Basket si avvicina, l’Aux CUS allunga l’elastico e respinge la minaccia. Ma il tema di fondo rimane la scarsa precisione al tiro di Torino, in mezzo ad un mare di perse da una parte e dall’altra.
Il terzo fallo di Russano non aiuta di certo gli ospiti, Casale non ne approfitta: il punteggio rimane inchiodato sul 38-44 per ben 3 minuti, poi il 2001 Cecchinato batte la difesa cussina per il 41-44 al 25’.
Ancora una volta l’Aux CUS riparte anche se non concretizza del tutto le occasioni a disposizione e il distacco si allunga a 5 punti e si accorcia a 3 per almeno 4 volte: 45-48 alla mezzora.
Nel primo minuto della quarta frazione la Casale Basket completa una volta per tutte l’operazione di aggancio, con il sorpasso, il primo della serata, firmato non a caso da Banchero: 49-48.
Neanche l’ennesimo timeout di Porcella dà la scossa ai cussini, che continuano a mancare di continuità offensiva. Non che i locali facciano gran che di più. Il lungo braccio di ferro si prolunga così fino in fondo.
Ad un paio di minuti dal termine Torino cambia di colpo il suo atteggiamento e soprattutto le sue scelte offensive: Campanelli penetra dal lato sinistro e impatta a quota 58.
L’attacco al ferro avversario è l’arma che fa vincere la gara a Torino. A -55” Tiberti batte in 1c1 il difensore e porta davanti gli ospiti: 61-62. Nicora fallisce la replica e sul ribaltamento ancora Tiberti va all’assalto con la baionetta per il canestro che mette l’Aux CUS davanti d un possesso pieno: 61-64.
Mancano 14 secondi, la Casale Basket ferma tutto per ripartire nell’altra metà campo. Alla ripresa Torino ha due falli da spendere, ma la sua prima opzione è difendere: la palla entra dentro al perimetro, poi ne esce, il timing di Russano a fermare con il fallo il diretto avversario è perfetto. Sulla rimessa Chiotti va dritto sul palleggio di Banchero, 4° di squadra ma alla sirena mancano solo più 3 secondi.
Altro timeout casalese: l’ultima giocata è per Cecchinato, in angolo e con mezzo piede dentro all’arco: da due o da tre, il tiro dirime la questione non arrivando neppure al ferro.

CASALE BASKET-AUXILIUM CUS TORINO 61-64
Parziali: 16-25, 34-39, 45-48
CASALE: Martinotti 9, Nicora 6, Banchero 22, Lazzeri 8, Cometti 2, Piccio, Orazio, Cecchinato 4, Calvo 5, Tulumello 5, Picello n.e., Rossi n.e. All. Scienza.
TORINO: Riviezzo 12, Chiotti 17, Russano 3, Di Matteo 8, Campanelli 18, Tiberti 6, Ripepi, Fantolino, Catozzi, Stola. All. Porcella.