“Nessuno di noi, dallo scorso 17 agosto, giorno del raduno, ha mai risparmiato una goccia di sudore: ci metterei le mani sul fuoco. E nessuno di noi, ne sono altrettanto sicuro, risparmierà una goccia di sudore da qui all’ultimo secondo dell’ultima partita di campionato. Stiamo tutti quanti impegnandoci al massimo per la causa comune”. Parole e musica sono di Andrea Giampaoli, play-guardia classe ’90 di una Libertas Livorno che nonostante le difficoltà incontrate finora non ha alcuna intenzione di cedere di un millimetro.

“Anche nella partita di sabato sera, a Castelletto Ticino contro Oleggio, abbiamo lottato con grande determinazione. Alla distanza, però, le rotazioni corte hanno determinato un nostro calo. Dall’altra parte gli avversari hanno aumentato, negli ultimi minuti, la loro intensità ed hanno chiuso con una vittoria piuttosto larga. Quando mancano le energie fisiche, anche la massima determinazione non è purtroppo sufficiente”. In controtendenza con le temperature invernali proprie del periodo, si preannunciano ora giorni ‘caldissimi’ per la Libertas. Dentro e fuori dal parquet. “Sappiamo che la società sta per ufficializzare l’innesto di giocatori di qualità e di indubbio talento. Tutti quanti vogliamo crescere e grazie anche a questi nuovi arrivi ed al rientro dei giocatori infortunati possiamo ottenere buoni risultati. Vogliamo disputare una seconda parte di torneo sugli scudi. La classifica evidenzia i problemi finora incontrati, ma non lasceremo nulla di intentato. Vogliamo centrare la salvezza”. I nuovi arrivi potranno esordire in campionato solo tra qualche giornata. Nell’immediato c’è da pensare ad una settimana intensissima a livello agonistico. “Giocheremo – annuisce Giampaoli – domenica prossima in casa con Alba, poi giovedì in trasferta a Torino contro Moncalieri e domenica 10 in casa con la Sangiorgese. Dopo aver affrontato, nella prima parte del torneo, squadre di alto livello, siamo pronti per una serie di incontri con formazioni della zona medio-bassa della classifica. Non si tratterà di incontri facili, ma dobbiamo e vogliamo tutti quanti cercare buoni risultati. Per l’impegno che tutti quanti stiamo mettendo dal 17 agosto meritiamo una buona classifica”. Domenica, al PalaMacchia, ci sarà, per la Libertas, ‘l’Alba di una nuova stagione’?