Oltre 100 milioni di euro di mutui a tasso zero concessi ai Comuni italiani.

Il presidente dell’Anci Antonio Decaro: “Creiamo luoghi dove i ragazzi possano interagire e fare comunità

Il commissario straordinario del Credito Sportivo Paolo D’Alessio: “Presto una nuova edizione del bando”

“Fare sport è importante, è sano, stimola la socializzazione e azzera le diseguaglianze”, afferma il presidente dell’Anci Antonio Decaro. “Quando si gioca – prosegue – siamo tutti uguali: non conta quanto guadagnano i tuoi genitori o di che colore è la tua pelle. Per questo, come Anci siamo soddisfatti della partnership con il Credito Sportivo e dei risultati ottenuti con questa iniziativa che ci ha permesso e permetterà in futuro di costruire e riqualificare impianti sportivi su tutto  il territorio. Ma soprattutto siamo contenti perché, grazie a iniziative come questa, riusciremo a tirare fuori qualche ragazzo dalla sua stanza e a fargli distogliere gli occhi dal suo smartphone. Con lo stesso spirito che ci ha guidato a stipulare con il Governo le convenzioni per i finanziamenti dei progetti di riqualificazione urbana delle periferie – conclude – così adesso ci impegniamo con  ancora più entusiasmo per creare luoghi dove i ragazzi possono interagire e creare comunità”. Lo afferma il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, che oggi ha preso parte alla conferenza stampa di presentazione dei risultati del bando “Sport Missione Comune”, iniziativa per la concessione di contributi in conto interessi sui mutui per l’impiantistica sportiva promossa da Anci e Istituto per il Credito Sportivo. Più che positivo e oltre le aspettative il bilancio finale dell’iniziativa. Lo confermano i numeri emersi: 301 le domande accolte giunte da Comuni (84%) e Unioni dei Comuni (16%) di piccole, medie e grandi dimensioni appartenenti a 19 regioni italiane, con una media di 15,8 progetti a Regione.
Capillare la distribuzione territoriale, che ha visto evidenziarsi un significativo numero di richieste pervenuto dalle regioni del sud e dalle isole, in particolar modo dalla Sardegna (41 domande).
Oltre 100 dunque, i milioni di euro di mutui a tasso zero che l’Ics ha destinato a questi enti locali, erogandone già il 74,8%, grazie ai quali i Comuni e le Unioni dei Comuni dello stivale e le rispettive comunità usufruiranno di nuovi e più efficienti impianti sportivi pubblici.
Dal punto di vista settoriale, i progetti sottoposti hanno riguardato per la maggior parte le riqualificazioni e realizzazioni di campi da calcio, calcetto e di impianti sportivi polivalenti. Buono, inoltre, il numero di richieste destinato alla costruzione di piste ciclabili comunali, a conferma
dell’attenzione crescente delle amministrazioni comunali verso la valorizzazione di questi “impianti sportivi a cielo aperto”.
“Missione compiuta. Ottimo lavoro in sinergia fra Ics e Anci a beneficio del Paese reale che potrà giovarsi di 301 impianti nuovi o ristrutturati dove far praticare lo sport alle comunità locali – afferma il Commissario Straordinario del Credito Sportivo Paolo D’Alessio. L’alto gradimento dell’iniziativa – prosegue D’Alessio – ci induce a progettare assieme all’Anci una nuova edizione di “Sport Missione Comune” che presenteremo quanto prima alla stampa”.
“Il rammendo delle città, ma anche dei Comuni più piccoli, passa anche attraverso iniziative come questa – afferma il vicepresidente e delegato Anci allo Sport, Roberto Pella – ed è per questo motivo che siamo particolarmente soddisfatti dei risultati e del gradimento che sindaci e assessori hanno avuto nei confronti di questo bando, fortemente partecipato e caratterizzato da progettualità  di alto livello. Nasce da questo la volontà di dare vita a un nuovo bando, in accordo con Ics, per  dare ai Comuni nuove opportunità di investire sullo sport come bene comune e mezzo di coinvolgimento dei cittadini e dei legami sociali”.