Bosetti: “Abbiamo dimostrato di essere al livello di Conegliano, ora lottiamo per il quinto posto”

Conto alla rovescia verso il quinto incrocio stagionale contro l’Imoco Volley Conegliano. Le campionesse d’Italia in carica ospiteranno al PalaVerde sabato sera la Liu•Jo Nordmeccanica Modena in una sfida che mette di fronte due squadre autrici finora di un’ottima stagione, anche se per quanto riguarda le bianconere non è partita al meglio in campionato. La schiacciatrice Caterina Bosetti ha fatto il punto della situazione ed è sicuramente positiva visto l’ottimo momento che sta attraversando la squadra: “Per noi è importante portare altri punti a casa perché siamo lì per giocarci il quinto posto e quindi ci focalizzeremo solo su quello. Loro sono una grande squadra, ma noi abbiamo dimostrato comunque di poter stare al loro livello. Ce la metteremo tutta per portare a casa il massimo dei punti”.
Una risalita importante in campionato per le bianconere nelle ultime settimane. La vittoria su Firenze è valsa il sorpasso a Busto Arsizio al sesto posto e per questo Bosetti vede il bicchiere mezzo pieno: “Sicuramente vogliamo cercare di stabilizzare ancora un po’ l’equilibrio che stiamo trovando. Ora possiamo lavorare anche sulle cose che ci vengono meno, a livello personale ad esempio c’è il muro con troppi palloni che mi stanno passando fra le mani nelle ultime partite. Stiamo lavorando su queste piccole cose a differenza di prima quando dovevamo lavorare più su un aspetto globale che andava stabilizzato. Negli ultimi tempi abbiamo portato a casa punti importanti in campionato, meglio non parlare troppo presto, ma dobbiamo continuare così. Stiamo trovando il nostro gioco, il nostro equilibrio ed i nostri punti di riferimento. Per questo siamo contente ed ora sarà importante continuare a lavorare seriamente per andare avanti”.

Due settimane piene di lavoro sono servite per tutto questo, ma anche per recuperare energie fisiche e mentali come sottolinea la schiacciatrice: “Abbiamo in generale qualche problemino fisico che è normale a questo punto della stagione, lavoriamo in modo controllato ed ora dopo queste due settimane non avremo più un giorno per stare ferme quindi sarà fondamentale rimanere sempre lì con la testa”.

Ufficio Stampa