Tre ori, tre argenti e tre bronzi tra cui una tripletta nel podio del Super G maschile! Ecco gli highlight dai Campionati del Mondo 2017
I Campionati del Mondo 2017 di sci alpino hanno visto i World Cup Rebels conquistare tre medaglie d’oro con Erik Guay, Beat Feuz e Wendy Holdener. Una tripletta nel Super G maschile con Kjetil Jansrud e Manuel Osborne-Paradis a chiudere il podio dominato da Erik Guay.
Nove medaglie complessive conquistate in dieci gare a cui si aggiunge la vittoria nel Team Event di Alexis Pinturault e Mathieu Faivre con la squadra francese.

Lara Gut ha aperto le danze con il bronzo nella gara inaugurale del Mondiale.
Nonostante le tre vittorie in Coppa del Mondo in Super G la svizzera si è detta comunque soddisfatta del suo esordio nella rassegna iridata. Purtroppo Lara non ha potuto arricchire il suo palmares a causa del brutto infortunio subito durante il riscaldamento in vista della prova di slalom della combinata femminile.
Se il Super G femminile è stato al di sotto delle aspettative quello maschile ha regalato ai nostri World Cup Rebels una storica tripletta a cui si aggiunge il sesto posto di Alexis Pinturault.
La classifica finale ha visto ben 10 World Cup Rebels nei primi trenta! La superiorità dei nostri atleti è stata evidente sin dalle prime battute galvanizzando gli atleti con i numeri più alti in partenza per un risultato di squadra davvero significativo.
La discesa valida per la Combinata Alpina femminile è iniziata nel migliore dei modi con il bronzo virtuale di Lara Gut dopo la prima prova, medaglia e proseguo della stagione sono andati, purtroppo, in frantumi durante il riscaldamento per la prova di slalom. L’attenzione, così, si è spostata su Wendy Holdener autrice di una splendida prova in Discesa chiusa a soli sette decimi da Vonn. La fantastica prova di slalom della svizzera ha messo pressione alle avversarie  in partenza consegnando, così, a Holdener l’oro.
Il meteo, nella giornata successiva, ha giocato un ruolo determinante costringendo gli organizzatori a rinviare la Discesa maschile al giorno seguente regalando al pubblico una doppia scarica di adrenalina:
prima la gara femminile e poi quella maschile.
Lindsey Vonn ha compiuto l’impresa dopo l’ennesimo infortunio conquistando uno splendido bronzo anticipando di qualche ora la doppietta firmata Beat Feuz e Erik Guay con Kjetil Jansrud ai piedi del podio in quarta posizione.
Grazie alle cinque medaglie conquistate sulle sei in palio nelle gare di velocità maschili HEAD ha nuovamente dimostrato la forza del proprio brand in Super G e Discesa.

Wendy Holdener ha arricchito il medagliere con l’argento conquistato nello Slalom femminile dopo il successo in Combinata Alpina. Quando la tensione aumenta Holdener risponde presente.

Le nove medaglie conquistate nei Campionati Del Mondo di Sankt Moritz rappresentano un bottino davvero consistente per i Rebels considerando le pesanti assenze di Ted Ligety, Aksel Lund Svindal, Lara Gut senza dimenticare tutti gli atleti, tra cui la detentrice del titolo in Super G e Slalom Gigante – Anna Veith, al rientro da infortunio.

Ufficio Stampa