Petar Filipovic è ufficialmente un nuovo giocatore dell’Iren Torino ’81. Il centroboa serbo, ventotto anni il 14 settembre, è il secondo nuovo volto gialloblu dopo Francesco Gaffuri.

Giocatore dalle grandi qualità fisiche, nella passata stagione ha giocato in Francia con la calottina del Montpellier.
Per lui si tratta della seconda esperienza in Italia, dopo quella a Latina in Serie A2 nel 2013. Vanta 20 presenze in Nazionale, con la quale ha vinto un bronzo alla World League del 2009. Nel suo passato anche Steaua Bucarest, Patras, Partizan Belgrado e il Vojvodina.

“Sono molto motivato e contento per questa nuova avventura; – le prime parole in gialloblu di Petar – spero di dare il mio contributo a questa squadra per raggiungere la salvezza. E’ la mia seconda esperienza in Italia, ma questa volta giocherò in A1, nel campionato più forte del mondo”.

Un altro tassello in vista del 22 agosto, quando la squadra si radunerà alla guida di coach Simone Aversa:

“Il centroboa era una priorità e sono molto contento dell’arrivo di Petar. Ha le caratteristiche di cui avevamo bisogno, non solo in fase offensiva ma anche in quella difensiva”.

Soddisfazione anche per il Vice Presidente Marco Raviolo:

“Per il centroboa avevamo sondato due piste: una era quella che portava a a Petar Filipovic, l’altra a Oliver Vikalo . Ci siamo mossi su entrambi i campi e alla fine ci è sembrato più idoneo l’ingresso di Petar anche perchè Oliver aveva delle esigenze di carattere lavorativo. Siamo molto contenti del suo arrivo, perché credo che abbia molti stimoli per fare bene. Il fatto che in squadra troverà Vuksanovic, serbo come lui, ritengo inoltre che possa essere un aiuto affinché possa integrarsi al meglio”.

Ufficio Stampa Iren Torino’81