Renault e.Dams ha realizzato un solido ePrix Visa di Parigi, piazzando Sébastien Buemi sul terzo gradino del podio, seguito a ruota da Nico Prost. Autori di una gara impeccabile, i due piloti hanno dimostrato le loro capacità, superando il traguardo dietro la safety car intervenuta negli ultimi quattro giri. Renault e.Dams resta in testa al Campionato Team con 165 punti, mentre, per i piloti, Sébastien è 2° e Nico 6°.

Allineati, rispettivamente, al quinto e ottavo posto sulla griglia, entrambi superavano senza problemi la prima curva stretta, guadagnando rapidamente un posto. Al secondo passaggio, Nico occupava il quarto posto e Sébastien era risalito al settimo. Lo svizzero continuava la rimonta verso la testa del gruppo superando Oliver Turvey, sesto, durante il nono giro, prima di lasciarsi alle spalle anche Stéphane Sarrazin al diciottesimo giro.

Un nuovo sorpasso, questa volta a scapito del suo compagno di squadra, gli consentiva di piazzarsi in quarta posizione davanti a Nico prima del cambio auto. La coppia ritornava in pista nelle stesse posizioni, grazie all’ineccepibile pit stop realizzato dal team Renault e.Dams.

Ne seguiva un’intensa battaglia per la conquista del terzo gradino del podio tra Sam Bird e Sébastien, in cui quest’ultimo utilizzava senza successo anche il FanBoost. L’errore del britannico offriva a Sébastien e Nico l’opportunità di guadagnare un posto al quarantesimo giro. Rispettivamente terzo e quarto, entrambi restavano raggruppati con tutto il gruppo fino al passaggio della bandiera a scacchi, dietro la safety car intervenuta per la rimozione di una monoposto.

In precedenza, durante la mattinata, con temperature piuttosto basse, Sébastien aveva ottenuto il miglior tempo nelle prime prove non qualificative 1, con un giro in 1’02’’841. Lo svizzero ereditava poi il primo gruppo di qualifiche, ottenendo l’ottavo posto in griglia. Nel terzo gruppo di qualifiche, il giro in 1’02’’339 consentiva a Nico di raggiungere l’ultima sessione di qualifiche della giornata, la Super Pole, da cui usciva quinto.

#9 Sébastien: «Per noi, scuderia Renault, è stata una gara speciale. Correre in Francia è sempre diverso, e abbiamo cercato di dare spettacolo, augurandoci che sia piaciuto agli spettatori! È stata però una prova difficile. Abbiamo avuto difficoltà a scaldare i pneumatici e sapevamo che i sorpassi su questo tracciato sarebbero stati difficili. Tuttavia, arrivare sul podio partendo dall’ottavo posto è sempre un buon risultato. Mi concentrerò ora al massimo sulle qualifiche, in attesa della prossima gara a Berlino. Ho il netto presentimento che la monoposto sarà performante».

#8 Nico: «Anche se mi sarebbe piaciuto salire sul podio oggi, non è male piazzarsi quarto. La giornata non è stata facile. Non avevamo un buon ritmo nelle prove e classificarci terzo e quarto è stato un risultato migliore del previsto, e comunque molto importante per l’équipe e per l’esito del campionato. Restano solo quattro corse nella stagione e dobbiamo ritornare in pista con grande determinazione. Guidare per le strade di Parigi è stato particolarmente motivante e mi hanno detto che le riprese televisive sono splendide. Gli spettatori hanno scoperto la Formula E, e mi auguro che il successo di questa edizione di Parigi si ripeterà già dall’anno prossimo!».

Vincent Gaillardot, Direttore Programma di Renault Sport: «Dopo un week-end deludente a Long Beach, l’équipe ha ottenuto un buon risultato a Parigi. Abbiamo analizzato tutto nei dettagli, per essere sicuri che le nostre performance sarebbero state migliori in questa gara. Le condizioni erano particolari, con temperature basse e uno scarso livello di aderenza. Abbiamo dovuto adattarci, ma riprendiamo fiducia. Le performance sono state buone in gara, ma dobbiamo migliorare nelle qualifiche e ci dedicheremo a questo. Entrambi i piloti hanno corso bene, e mi sembra che siamo in ottime condizioni per ritrovare rapidamente la strada della vittoria».

Alain Prost, Co-fondatore: «Sono piuttosto contento del risultato di oggi. Prima del week-end non pensavo che saremmo stati in grado di cavarcela così bene. In ogni modo, data la pressione che avevamo e i problemi di temperatura dei pneumatici nelle qualifiche, è positivo aver concluso la gara senza perdere punti nella classifica team. È fantastico ritrovarsi sul podio, ancora di più correndo in casa, in Francia, e per Sébastien, che resta uno dei favoriti per il titolo. Nicolas riparte con una buona performance, di cui siamo felici.  Possiamo anche esser fieri dell’evento di Parigi. La folla era tantissima e lo spettacolo grandioso nella nostra Capitale. È stato un grande successo, per noi e per Renault».

Jean-Paul Driot, Co-fondatore: «Oggi, il risultato finale è buono, considerando le nostre posizioni sulla griglia di partenza. Abbiamo però avuto ancora dei problemi con la temperatura dei pneumatici, durante tutta la giornata. Partivamo dietro le DS Virgin e ci siamo trovati relegati a tre secondi dopo due giri. Eppure, dopo aver scaldato le gomme, siamo tornati rapidamente in gara e, senza la safety car, avremmo forse potuto guadagnare un posto grazie alle nostre performance. Ciò dimostra che le nostre gomme sono migliori nelle prove lunghe. Abbiamo guadagnato terreno nel campionato ed è stato globalmente un buon week-end. Dobbiamo continuare a lavorare sodo per trovarci con il ritmo giusto e arrivare alla prossima gara di Berlino per batterci per i due campionati, piloti e team».

Renault e.Dams, Sébastien e Nico torneranno in pista per l’ottava gara della stagione 2015-2016 del Campionato FIA di Formula E. L’ePrix di Berlino si volgerà il 21 maggio sulla Karl-Marx-Allee, nei pressi di Alexanderplatz.

Ufficio Stampa
ePrix credit foto