Turno infrasettimanale per la nona giornata di ritorno e il Bogliasco Bene torna alla piscina Vassallo, mercoledì ore 19.30, contro la Canottieri Napoli, arbitri Paoletti e Taccini, delegato Costa. Prima però c’è da gioire per la convocazione di Edoardo Prian in Nazionale per giocare il 26 aprile a Bursa contro la Turchia la quinta giornata di World League. Tornando alla partita la parola ad Andrea Fracas per capire che Rariazzurra vedremo.

Andrea pochissimo tempo per recuperare, come state:-“Stiamo bene. Una lunga pausa dopo la vittoria contro il Posillipo, poi la partita contro una delle prime forze del campionato. Contro la Sport Management è andata abbastanza bene anche se resta il rammarico perché pareggio o vittoria erano lì, a portata di mano. La preparazione è stata dura, abbiamo spinto forte e sabato siamo stati all’altezza degli avversari”.
E la Canottieri:-“E’ squadra molto organizzata in ogni reparto ma giochiamo in casa e non è da sottovalutare. Dobbiamo giocare con ordine, anche noi, perché quando succede possiamo battere chiunque”.
Loro con individualità e collettivo:-“Molti giovani, compagni di squadra in Nazionale, che conosco bene e che stanno  crescendo. Esposito, Borrelli, Campopiano tanto per citarne alcuni, che possono fare male. Noi però siamo organizzati dal punto di vista tattico e tecnico: sabato a Busto ho visto una grande squadra, il Bogliasco, possiamo fare bene e dobbiamo fare bene ”.
Poi viaggiate nuovamente:-“Partiamo venerdì per la Sicilia, sabato giocheremo contro l’Ortigia, quindi ancora concentrati e determinati”.
Rariazzurra con due uomini in più:-“Si il fattore campo ed i nostri tifosi. Partiamo dal presupposto che a casa nostra non possiamo perdere punti. Anche gli Irriducibili fanno la differenza: ci seguono ovunque, sono fantastici. Quando ero bambino sognavo di giocare in prima squadra per esultare sotto la gradinata”.

Ufficio Stampa Rari Nantes Bogliasco