Battendo i 29ers con lo stesso punteggio dell’ andata (41-0) i bluteal si aggiudicano il passaggio alla postseason. Coach Nardo: “Partita non facile, in attacco qualche sbavatura ma siamo stati bravi a reagire”.
Palyoff signori. Al triplice fischio del capo arbitro, esplode la gioia di giocatori e staff blu teal per aver raggiunto la post season, un’ obiettivo che, se a inizio stagione poteva essere un’idea, giornata dopo giornata, vittoria dopo vittoria, e’ diventato sempre realta’. Il 41 a 0 inflitto in trasferta ai  29ers Alto Livenza,  mantiene gli Islanders al primo posto in classifica nella Division H con 4 vittorie e 0 sconfitte, seguiti dai Sentinel Isonzo con 2 vittorie e 1 sconfitta ma con una partita in meno. Questo due squadre di fatto, conquistano matematicamente il lasciapassare per i playoff, perche’, da regolamento, le prime di squadre di ogni Division sono qualificate alla post season e, anche se gli Islanders perdessero i prossimi impegni di campionato, finirebbero con due sconfitte e quindi comunque con un record migliore di Mexicans e 29ers che hanno gia’ tre sconfitte, e che ad oggi, sono di fatto eliminate.

La cronaca. Contro i 29ers di coach Valentino, la squadra isolana, se pur orfana dei runner Longo e Giorgiutti e del cornerback Scarpa, ha messo in mostra una buona presenza in campo, con una efficace esecuzione di schemi che hanno portato a due TD nella prima meta’ del  match con Sportillo, che ritorna in meta un punt calciato corto, e Alberto Sabinot, con una bella corsa di 30 yard.  Dopo l’ intervallo,  nel terzo quarto, la gara e’ stata sospesa in attesa del  ritorno dell’ambulanza, per l’ infortunio al collo del giocatore veneziano Federico Santello, rimasto a terra dopo un placcaggio. Durante la pausa il coaching staff Islanders deve aver richiesto maggior attenzione ed incisivita’ in campo, in quanto, a gioco ripreso, gli Islanders trovano per altre quattro volte il touchdown. Romanato si riprende da un brutto primo tempo e lancia in endzone Sportillo, poi di nuovo Alberto Sabinot buca la difesa liventina con un’altra corsa. I 29ers ci provano ad impensierire la difesa , ma non incidono e anzi regalano palla agli Islanders con un’ intercetto di Dario Annibale e facendosi bloccare un punt. Palla in mano a Rosada che sigla il suo quinto TD personale in stagione. Il calcio di Pirona e’ buono e risultato sul 33 a 0 per i bluteal. Nel frattempo arrivano anche buone notizie dall’ ospedale: dopo gli esami, l’ infortunio a Santello e’ meno grave del previsto tant’e’ che il giocatore verra’ dimesso nel tardo pomeriggio. In campo gli Islanders continuano a macinare yard e il punto finale lo sigla Francesco Sabinot, che giocando da halfback sigla una bellissima meta in tuffo dopo una corsa personale. Con la trasformazione di Pirona il punteggio si fissa sul 41-0 Islanders che di fatto sancisce la vittoria dei veneziani e la loro qualificazione ai payoff.

I commenti. “E’ stata una bella prova contro un’avversario di tutto rispetto” le parole a fine gara di coach Nardo “purtroppo c’è stata qualche distrazione, ma nel complesso la partita si e’ incanalata subito come volevamo. Nel primo tempo non abbiamo brillato, ma dopo l’ infortunio di Santello, la squadra ha reagito nel migliore dei modi, grazie anche alla capacita’ dei giocatori di turnarsi e giocare in ruoli differenti dal proprio. Adesso dobbiamo lavorare con cura per affrontare nel migliore dei modi la sfida di sabato prossimo con i Sentinels, che potrebbe darci il primo posto matematico nel girone.

Matteo Caroncini
Ufficio Stampa ISLANDERS Venezia AFT