Sono passati pochi minuti da quando Cristina Coppi ha messo a terra la palla della vittoria, ma il pensiero di Andrea Pistola è già proiettato a preparare, con la consueta cura, il secondo tempo di un quarto di finale spinoso, come del resto testimoniato dalla gara del PalaBaldinelli. “A Trento sarà una partita completamente diversa – ammette l’allenatore della Lardini – non possiamo fare calcoli, ma dobbiamo giocare per vincere”. Il 3-1 dell’andata non garantisce alcunché, anche se aggiunge un po’ di consapevolezza per aver trovato la soluzione di un match intricato. “E’ stata una gara difficile, come ci aspettavamo, nella quale abbiamo fatica in alcuni frangenti, ma siamo stati bravi a rimanere sempre in partita e a portarla a casa. L’assenza di Coneo si è fatta sentire, siamo andati in difficoltà in ricezione contro una squadra con battitori forti, perdendo un po’ di possibilità di giocare con le centrali”.
UFFICIO STAMPA