“Le storie di A World of Athletics”
Riprende dopo la pausa pasquale l’appuntamento settimanale con “Le storie di A World of Athletics”, il ciclo di video-interviste interamente dedicato agli Azzurri dell’Atletica paralimpica che si presentano per promuovere e sostenere i prossimi Campionati Europei di Grosseto del 10-16 giugno.
Questa volta è il turno dell’ineguagliabile ed eclettica Martina Caironi. Nessuno come lei nella storia paralimpica è riuscita ad abbattere il muro dei 15 secondi nei 100 metri T42 con un record del mondo da 14.61 siglato ai Mondiali di Doha dello scorso ottobre. Nessuno come lei, in un solo formidabile anno, ha frantumato in successione sei primati iridati, tre nei 100 e tre nei 200, eguagliando temporaneamente anche la migliore prestazione mondiale del salto in lungo T42 a 4,60 metri.
Con lo scettro delle Paralimpiadi di Londra, della rassegna di Lione e di Doha in mano, la sprinter bergamasca delle Fiamme Gialle, amputata ad una gamba a seguito di un incidente in motocicletta, punta dritto verso la strada degli Europei di Grosseto e dei Giochi di Rio, con un bagaglio di esperienze che la catapultano direttamente al centro dell’Atletica paralimpica del globo.

La campagna A World of Athletics lanciata dal Comitato Organizzatore di Grosseto 2016 e dalla FISPES promuove l’uguaglianza tra Atletica olimpica e Atletica paralimpica. Lo sport è per tutti e di tutti in modo indistinto. Esiste una sola Atletica, un unico mondo di Atletica, un solo spirito di Atletica aperto a tutti, normodotati e persone con disabilità.

Giuliana Grillo
FISPES Ufficio Stampa