Nonostante il punteggio pesante, coach Selmi vede elementi positivi
Pallanuoto Como – Nuotatori Ravennati: 11 – 3 (1-1, 3-0, 3-2, 4-0)

Pallanuoto Como: Introzzi, Crivellin, Bulgheroni (1 gol), Susak (3), Tedeschi (3), Colombara, Dato (1), Sapienza, Bettineschi, Pitic (2), Pozzi (1), De Nicola.
Nuotatori Ravennati: Federici, Gadignani, Mazzotti, Patti (2), Maestri (1), Bustacchini, Allegri, Bagnari, Tirelli, Miglio, Longo, Medugno, Gentile. All. Selmi.
Ancora una sconfitta per un Ravenna che sta affrontando una stagione difficilissima dalla quale potrà uscire solo con il massimo impegno di tutto il gruppo, dagli allenatori agli atleti. La trasferta di Como era molto difficile e la formazione ravennate ha dovuto affrontarla in formazione di emergenza, con Scozzarella squalificato e con Vultaggio e Ciccone indisponibili; Luca Selmi ha quindi fatto ricorso ai giovani del vivaio, iscrivendo a referto due ragazzi classe 1998 (Allegri e Miglio) e ben tre classe 1999 ((Longo, Tirelli e Gentile).
Nonostante ciò, la prima parte di gara è stata affrontata con la giusta concentrazione e in difesa si è rivisto il pressing molto forte di inizio stagione, ma purtroppo in attacco la sterilità continua ad essere un problema ancora non risolto. Nel solo primo quarto, i giallorossi riescono a guadagnare la superiorità numerica per quattro volte ma non ne concretizzano nessuna.
Nel secondo quarto i padroni di casa scavano il primo solco grazie ad alcuni errori dei giallorossi che non finalizzano a dovere un paio azioni di contropiede e vengono puniti dagli avversari sui ribaltamenti di fronte.
Mister Selmi: “Considerato il momento che stiamo attraversando e la formazione a disposizione, sapevamo che questa sarebbe stata una trasferta proibitiva, ma i ragazzi hanno messo in acqua tutto l’impegno possibile. All’inizio abbiamo retto bene ma non siamo riusciti a sfruttare le occasioni con l’uomo in più. Abbiamo anche ripreso a nuotare e proporre azioni di contropiede, ma anche in quelle situazioni siamo stati imprecisi.”
Nel terzo quarto i giallorossi provano a riavvicinarsi con le reti di Patti e Maestri ma la panchina corta inizia a farsi sentire ed i ragazzi più giovani, inseriti da mister Selmi in una partita molto difficile, pagano lo scotto dell’inesperienza.
Nell’ultimo quarto, a partita ormai compromessa, Selmi completa la rotazione dei suoi effettivi, compreso l’ingresso di Matteo Gentile fra i pali a rilevare un ottimo Federici, i cui interventi hanno contribuito a limitare il passivo.
Ancora coach Selmi: “Nella seconda parte di gara abbiamo subito il loro ritmo e la loro maggiore esperienza, in particolare nei confronti dei nostri giocatori più giovani. Ora dobbiamo continuare a lavorare perché non si può più sbagliare. Sabato prossimo ospiteremo il Cus Geas Milano e saremo ancora privi di Scozzarella che sconterà la seconda giornata di squalifica e dovremo ripartire da quanto di buono visto oggi.”
In acqua anche le formazioni giovanili Gli under 17 di Fabrizio Pirazzini hanno colto un buon pareggio (6-6) sul campo dei pari età della Rari Nantes Bologna, al termine di una partita molto spigolosa (un giocatore avversario espulso per brutalità e il giovane giallorosso Besliu, classe 2001, in ospedale per accertamenti su una eventuale frattura del setto nasale, ndr), mentre gli under 13 sono stati sconfitti con il punteggio di 13-6 sul campo del San Giovanni in Persiceto, che ha dimostrato di essere un’ottima squadra con alcune individualità di spicco assoluto per la categoria.
Nella foto: Federico Patti, ancora una doppietta per lui..

Classifica:

Brescia Waterpolo    27 punti
Vela Ancona        24 punti
Como Nuoto        22 punti
Modena Nuoto        18 punti
Pallanuoto Como        15 punti
CUS GEAS Milano        13 punti
N.C. Monza        10 punti
Aquaria Piove di Sacco    10 punti
Nuotatori Ravennati    6 punti
Bentegodi Verona    1 punto