La terza giornata del Trofeo delle Regioni, manifestazione riservata alle selezioni maschili Under 14 e Under 15 femminili, non ha riservato sorprese per l’unica rappresentativa dell’Emilia Romagna che era oggi impegnata e cioè quella maschile. I biancorossi, infatti, hanno sconfitto a Castenaso la Sicilia in un match tutt’altro che emozionante, dato che era ininfluente sulla classifica finale del girone A. Ora inizia il difficile e cioè il quarto di finale (palla a due, domani, sabato, al PalaDozza ore 15, ingresso gratuito) contro la Lombardia, formazione che ci ha sconfitto, l’estate scorsa, nella finale del “Bulgheroni” per 73-70. Le ragazze, invece, hanno riposato essendo squadra vincitrice del girone B e disputeranno il loro quarto, sempre domani al PalaDozza (palla a due ore 10,30), contro la Sicilia, team ampiamente alla portata di Gilli e compagne.
Potrete seguire mediaticamente la manifestazione in più modi.

SICILIA – EMILIA ROMAGNA 26 – 42
(8-10; 14-15; 18-33)

Sicilia: Basciano, Bocchieri 2, Farruggio, Triassi, Lamia 2, Elia 10, Saccone 8, Nicosia 4, Dore, Ventura, Tartamella, Salvo. All. Bianca.
Emilia Romagna: Solaroli (Virtus BO) 7, Branchini (Vis 2012 FE) 9, Orsi (Virtus BO) 10, David (S.G. Fortitudo BO), Flan (Ca’Ossi FO) 2, Ruina (Vis 2012 FE) 5, Fussi (Compagnia dell’Albero RA) 3, Lullo (Virtus BO), Nobili (Virtus BO), Rossi (Vis 2012 FE), Guastamacchia (Virtus BO) 4, Betti (Anzola) 2. All. Zanardi.
Nell’ultima giornata della fase a gironi l’Emilia Romagna, ancora imbattuta, sfida la Sicilia. Il pronostico parrebbe chiuso, ma gli isolani approfittano di un avvio di gara troppo superficiale da parte dei padroni di casa, partendo forte nel primo quarto (6-2 dopo 3′) e restando a contatto in un primo tempo a punteggio bassissimo: 14-15 all’intervallo, complici le tante palle perse e le percentuali di tiro che non superano il 24% per entrambe le squadre. Al rientro dagli spogliatoi l’Emilia Romagna mette in campo una difesa quasi perfetta: parziale di 18-0 per gli emiliani guidati da Orsi, con la Sicilia che si sblocca solo nell’ultimo minuto. Al 30′ il tabellone recita 18-33. Nell’ultima frazione i siciliani ci provano, ma l’Emilia Romagna è brava a controllare i tentativi di rimonta, chiudendo l’incontro a +16.