Verona Under 15 femm., Il “Beppe Viola” sfuma ai rigori

Sfuma ai calci di rigore il prestigioso Torneo Città di Arco “Beppe Viola” per le baby gialloblù under 15 dell’Agsm Verona.
Dopo aver conquistato il primo posto nel girone A con le vittorie su Fiorentina e Reggiana, e il pareggio con il Riccione, le veronesi si presentano sul terreno di Isera per la finalissima contro il Tavagnacco schierando una formazione giovanissima e priva di alcuni elementi importanti. Le gialloblù indossano per la prima volta le maglie ufficiali del settore giovanile Hellas Verona, frutto della collaborazione sempre più stretta tra i due sodalizi. Nella finale disputata su un terreno pesante le formazioni di Agsm Verona e Tavagnacco si danno battaglia nonostante la stanchezza accumulata nelle gare precedenti, con le occasioni più pericolose, nel primo tempo, a favore delle friulane ed il portiere gialloblù Linda Fenzi che si supera due volte per salvare il risultato. I tempi regolamentari si concludono a reti inviolate e si va ai supplementari. Ancora Tavagnacco pericoloso ma Gobbi toglie la palla dal piede dell’attaccante avversaria e mette in angolo. Verona prova a pungere ma si espone al contropiede del Tavagnacco che costringe Sargenti ad allungarsi per deviare in corner. Anche nei tempi supplementari il risultato non si schioda dallo zero a zero e la lotteria dei rigori premia un implacabile Tavagnacco, mentre le gialloblù vanno a segno solamente con Gaia Prando.
Un plauso a tutte le ragazze allenate da Sergio Meneghini che hanno combattuto a testa alta contro formazioni anagraficamente più esperte sfiorando l’impresa.

L’Ufficio Stampa