LARDINI FILOTTRANO – GOLEM SOFTWARE PALMI 3-0

LARDINI FILOTTRANO: Agrifoglio 1, Kiosi 19, Cogliandro 7, Giuliodori 14, Moneta 7, Coneo 16, Feliziani (L). N.e.: Barzetti, Stincone, Villani, Rita, Pomili, Coppi. All. Pistola – Lionetti.

GOLEM SOFTWARE PALMI: Moncada 2, Aricò 16, Guidi 5, La Rosa 2, Rueda 5, Moretti 3, Quiligotti (L); Petkova 6, Speranza 2. N.e.: Tomaselli, Ampudia, Barbagallo, Bortolot. All. Draganov – Kroumov.

ARBITRI: Somansino (Te) e Mattei (Mc).
PARZIALI: 25-15 (23’), 25-22 (27’), 25-21 (28’).
NOTE: Lardini: battute sbagliate 7, battute vincenti 5, muri 7, ricezione positiva 55%, attacco 44%. Palmi: b.s. 5, b.v. 2, mu. 6, rice. pos. 51%, att. 32%.

Osimo – Decisa e concreta, la Lardini continua a correre al PalaBaldinelli, confezionando contro la Golem Software Palmi il secondo 3-0 consecutivo. Tre set di grande qualità, che consentono alle rosanero di trasformare una partita sulla carta molto insidiosa in una convincente vittoria che lascia la formazione di coach Pistola solitaria al quarto posto. Sulla scena del PalaBaldinelli irrompe subito Giuliodori, che firma 5 dei primi 7 punti della Lardini (7-3), con 3 muri consecutivi. Aricò ha sulle spalle il peso offensivo di Palmi, ma ad incidere sono soprattutto i colpi d’attacco di Coneo, il cui servizio vincente spinge Filottrano sull’11-5. La Golem prova a rientrare con Rueda e il muro di Guidi (12-10), ma la Lardini gioca con grande efficacia (50% in attacco) e sono 5 punti di fila di Kiosi (con due ace) ad allontanare le calabresi (18-11). Cogliandro e Moneta portano le rosanero al set-ball, chiuso dal 7° punto personale di Kiosi (a cui la Curva Lardini le dedica uno striscione con gli auguri di compleanno, rigorosamente in greco). Draganov sdogana Petkova in apertura di seconda frazione, la Lardini ha un buon avvio (3-1), ma sbaglia anche qualcosa (4-6). Kiosi (attacco e muro) la riporta subito avanti (7-6) e sulla spinta del suo capitano le rosanero si rimettono a correre, continuando a creare problemi alla ricezione ospite (ace Cogliandro, 9-7) e chiudendo in attacco con Kiosi (12-8). Giuliodori non sbaglia un pallone (16-9), il muro di Coneo e l’ace della stessa centrale osimana consentono alla Lardini di allungare il passo (19-10). La Golem prova a costruire una reazione sul muro di Moncada e sugli attacchi di Aricò (22-17), ma Kiosi e Coneo avvicinano la Lardini al traguardo (24-19). Le ospiti trovano la forza per annullare tre set-point (24-22), ma nulla possono sulla frustata di Giuliodori (25-22). E’ una Lardini che ha anche buona efficacia in difesa e solidità a muro: quello di Cogliandro la spinge sul 5-2 in avvio di terzo gioco, ma dall’altra parte Palmi prova a metterci maggiore intensità. Moneta chiude uno scambio lunghissimo dopo due super difese di Feliziani e Cogliandro (8-6), il muro di Aricò rimette il parziale in equilibio (9-9). E’ Coneo a tirare giù i palloni che portano la Lardini al time out tecnico sul +3 (12-9): Filottrano non cala mai di intensità e anzi allunga sul muro di Moneta (16-12) e sugli attacchi di Giuliodori e Kiosi (19-14). Coneo fa punti e spettacolo, Cogliandro scrive a referto il 23-17: tocca a Moneta mettere a terra il 25° punto che vale il secondo 3-0 consecutivo al PalaBaldinelli.

Ufficio Stampa