PAUL LAWRIE MANTIENE LA LEADERSHIP NEL QATAR MASTERS
RENATO PARATORE (31°) RECUPERA ALTRE QUINDICI POSIZIONI

Ancora passi avanti di Renato Paratore, da 46° a 31° con 212 colpi (75 66 71, -4) dopo un parziale di 71 (-1), nel Commercial Bank Qatar Masters, torneo dell’European Tour, che termina con la disputa delle ultime 18 buche sul percorso del Doha Golf Club (par 72), a Doha nell’Emirato Arabo. Ha mantenuto la leadership con 203 (67 66 70, -13) lo scozzese Paul Lawrie, il quale affronterà la volata conclusiva con due colpi di margine sul sudafricano Branden Grace, campione uscente, e sul danese Thorbjorn Olesen (205, -11). In grado di competere per il titolo l’inglese Tommy Fleetwood e l’iberico Rafael Cabrera Bello, quarti con 206 (-10), gli inglesi Andrew Johnston e Lee Slattery, il francese Gregory Bourdy e lo svedese Pelle Edberg, sesti con 207 (-4). Qualche possibilità anche per i sei giocatori al decimo posto con 208 (-8) tra i quali vi sono l’austriaco Bernd Wiesberger e il portoghese Ricardo Gouveia, vincitore dell’ordine di merito del Challenge Tour 2015.
Sono fuori gioco lo spagnolo Pablo Larrazabal e il sudafricano Louis Oosthuizen, 16.i con 209 (-7), l’altro sudafricano Ernie Els e l’iberico Sergio Garcia, 19.i con 210 (-6), quest’ultimo penalizzato da un 74 (+2), il thailandese Thongchai Jaidee e il belga Nicolas Colsaerts, 25.i con 211 (-5). In ombra il thailandese Kiradech Aphibarnrat, 46° con 214 (-2).
Out dopo 36 buche Matteo Manassero, 96° con 146 (75 71, +2), che ha subito il sedicesimo taglio consecutivo (15 nell’European Tour e uno nel Japan Tour). Fuori anche il canadese Mike Weir, 112° con 149 (+5), e lo statunitense John Daly, 120° con 153 (+9).
Paul Lawrie, 47enne di Aberdeen con otto titoli nel circuito tra i quali quello ottenuto in un major (Open Championship, 1999) e che si è imposto in questa gara già per due volte (1999 e 2012) ha tenuto a distanza gli avversari con un 70 (-2) dovuto a due birdie, senza bogey, e a una condotta improntata alla prudenza. Branden Grace ha recuperato nove posizioni grazie a un 68 (-4) con quattro birdie, di cui tre a chiudere, anche lui senza bogey. Thorbjorn Olesen di bogey ne ha segnato uno contro quattro birdie per il parziale di 69 (-3) che gli ha permesso di risalire la classifica di quattro gradini.
Renato Paratore  non ha tentato avventure e ha atteso le occasioni giuste sfruttandone due per altrettanti birdie, ma non ha potuto evitare un bogey. Il montepremi è di 2.300.000 euro con prima moneta di 381.458 euro.
Diretta su Sky – La giornata finale del Commercial Bank Qatar Masters sarà teletrasmessa da Sky in diretta, in esclusiva e in alta definizione sul canale Sky Sport 2 HD con collegamento domani, sabato 30 gennaio, dalle ore 10 alle ore 14,30. Commento di Alessandro Lupi, Silvio Grappasonni e di Massimo Scarpa.