Il Volley Potentino parte contratto, poi s’impone in quattro set

AURISPA ALESSANO – VOLLEY POTENTINO 1-3
(25-19, 25-27, 20-25, 21-25)

ALESSANO: Muccio 5, Marzo, Cernic 13, Piazza 3, Bolla 14, Torsello 1, Russo (L) ne, Pellegrino, Jeliazkov 18, Mazza ne, Bisanti (L), Piscopo 6. All. Bramato
POTENZA PICENA: Cavuto (U) 13, Codarin 2, Pierotti (U), Partenio 1, Miscio, Moretti 16, Calistri, Moretti, Ferrini, Biglino 4, Ippolito 15, Quarta 8. All. Graziosi
Arbitri: Curto di Gorizia e Nicolazzo di Catanzaro
Note: durata set: 22’, 34’, 27’, 27’.  Totale 1h 50’. Alessano err. al servizio 16, ace 9, muri 5. Potenza Picena err. al servizio 18, ace 7, muri 9.

Il Volley Potentino cala il poker di vittorie. Nel Salento gli uomini di Gianluca Graziosi s’impongono in quattro set nella delicata sfida con l’Aurispa Alessano e salgono a 18 punti in classifica. Un successo in rimonta grazie a una prova coraggiosa e al contributo importante del capitano Miscio in regia e di Biglino al centro, gettati nella mischia da Graziosi durante il secondo set e rimasti in campo fino alla fine. Grande match corale di biancazzurri con Ippolito e Moretti che si spartiscono punti importanti, mentre tra i pugliesi sono il top scorer Jeliazkov (18 punti) e lo schiacciatore Cernic a prendersi tutte le responsabilità. Tanti errori al servizio da ambo le parti, ma anche un discreto bottino di ace, mentre cresce ancora la prestazione a muro di Potenza Picena, che domenica 20 dicembre nell’anticipo delle 16 se la vedrà in casa con Modovì.

I biancazzurri si schierano con Partenio al palleggio per Moretti opposto, Codarin e Quarta al centro, Cavuto e Ippolito in banda, Calistri libero. I padroni di casa scendono in campo con Piazza in cabina di regia con Jeliazkov opposto, Piscopo e Muccio centrali, Bolla e Cernic laterali, Bisanti libero. Primo set sul filo dell’equilibrio fino al break di Alessano (16-14), che alza il ritmo e prende il pallino del gioco per poi chiudere dopo il servizio out di Ferrini (25-19). Secondo parziale al cardiopalma con gli ospiti avanti di cinque lunghezze (15-20) e recuperati alla distanza (18-18). Arrivo ai vantaggi con Moretti uomo decisivo alla terza palla set (25-27). Terzo parziale più agevole per i biancazzurri con un testa a testa che dura fino al time out (11-12). Poi sono gli uomini di Graziosi a prendere il sopravvento e a imporsi alla seconda palla set con Moretti (20-25). Quarto set molto intenso con il Volley Potentino sempre avanti (18-23), ma con i beniamini di casa bravi a risalire (21-23). Ci vogliono una magia di Quarta e un ace di Cavuto per spegnere ogni velleità di rimonta.

1° set: Avvio punto a punto con Potenza Picena avanti di una sola lunghezza sull’attacco di Moretti (7-8). I salentini si riscattano con tre punti in rapida successione (10-8) e vanno in vantaggio al time out tecnico dopo la stoccata di Jeliazkov (12-11). Il sestetto marchigiano riesce a concretizzare il sorpasso con Ippolito (13-14), ma in campo è battaglia vera e sui block in successione di Piscopo e Cernic la squadra pugliese si porta avanti di due (16-14). Alessano spinge sull’acceleratore e con il primo tempo di Muccio (21-17) e trova il massimo vantaggio sul 24-18. Il primo set va ad Alessano (25-19) dopo il servizio out dello schiacciatore biancazzurro Ferrini, appena entrato. Uomini di Bramato più efficaci a muro (3-0), in attacco e al servizio.

2° set: Anche nel secondo parziale i primi punti sono combattutissimi (7-8). Col passare dei minuti i potentini osano di più e vanno al time out con il diagonale di Cavuto al termine dell’azione più lunga del match (9-12). Inerzia del set in favore dei biancazzurri che capitalizzano il turno al servizio di Moretti (10-15) spingendo Bramato a una pausa tecnica. Alla distanza i salentini si riavvicinano con un mix di buone difese e attacchi insidiosi (16-17), fino al pareggio di Cernic in diagonale (18-18) con Miscio in regia e Biglino al centro. Sul 21-21 si scaldano gli animi per un fischio dubbio e il primo arbitro mostra il cartellino giallo alle due squadre. Sul servizio errato di Jeliazkov Potenza Picena ha una palla set (23-24) vanificata dal mani out degli avversari (24-24). I campioni in carica della Serie A2 sprecano un’altra palla set prima di chiudere con il block di Moretti (25-27). Meglio i potentini nella correlazione muro difesa, in ricezione e al servizio. Importanti i 6 punti di Moretti.

3° set: In regia per Potenza Picena resta Miscio. Parte forte Alessano, avanti 8-6 sull’ace di Bolla. Il muro di Quarta riporta in parità le due squadre, l’attacco di Cavuto firma il sorpasso del Volley Potentino (10-11), che va al time out avanti di un punto (11-12). Ace di Cavuto in zona di conflitto (12-14) e allungo degli ospiti con Ippolito (13-16), mentre Pierotti e Cavuto, protagonisti del cambio Under, si mettono in evidenza. Ippolito sale in cattedra e consente alla sua squadra di mantenere il tesoretto di punti (16-19). Moretti e compagni incrementano la distanza (17-21). Cinque set ball per Potenza Picena sull’infrazione dei pugliesi (19-24). Al secondo tentativo è Moretti a chiudere (20-25). Gran bel set di Ippolito in banda (7 punti) e di Quarta al centro (4). Biancazzurri più efficaci in attacco e a muro.

4° set: Stessa formazione in campo per Potenza Picena nel quarto parziale. Inizio a favore di Alessano (7-4), poi si risvegliano i giganti biancazzurri, che capovolgono la situazione con cinque punti di fila chiusi dal muro di Biglino (7-9). Al time out conduce di tre punti il Volley Potentino sull’infrazione dei salentini (9-12). Set altalenante in cui il team di casa riesce a intuire le trame di gioco ospiti trovando il pareggio con un block ben assestato (13-13). Importante il contributo di Miscio e Biglino, subentrati nel secondo set e rimasti in campo. Proprio Biglino realizza il +2 (17-19). Match in discesa sul provvedimento arbitrale ai danni di Piscopo che si vede sventolare cartellino giallo e rosso e deve abbandonare il campo. Nell’azione successiva muro vincente di Quarta e mani out di Moretti (17-21). Cavuto e Quarta si esaltano a muro (18-23). Nel finale l’Aurispa inanella tre punti consecutivi (21-23), ma Quarta spezza la serie (21-24) e Cavuto chiude i conti con un ace (21-25).

Ufficio stampa Volley Potentino
Michele Campagnoli