Nell’anticipo delle 12.00 i biancazzurri battono Cantù in 4 set

Volley Potentino – Cassa Rurale Cantù 3-1
(26-24, 25-15, 19-25, 25-22)

POTENZA PICENA: Cavuto (U) 21, Codarin 5, Pierotti (U) 1, Partenio 6, Miscio ne, Cristofaletti ne, Calistri (L), Moretti 15, Ferrini, Biglino ne, Ippolito 13, Quarta 10. All. Graziosi
CANTU’: Molteni ne, Monguzzi 4, Butti (L), Groppi 1, Riva 4, Rudi (L) ne, Mazza ne, Cominetti 3, Tiozzo 11, Gerosa 1, Preti 12, Krolis 7, Gaggini 10, Robbiati 10. All. Della Rosa
Arbitri: Bellini e Saltalippi di Perugia
Note: durata set 29’, 24’, 26’, 29’. Durata totale 1h 48’. Potenza Picena errore al servizio 12, ace 5, muri 15. Cantù errore al servizio 13, ace 13, muri 8.
Scorpacciata di punti al PalaPrincipi nell’anticipo delle 12. Nella nona giornata di andata della Serie A2 UnipolSai il Volley Potentino centra la terza vittoria consecutiva battendo la Cassa Rurale Cantù in quattro set. Partenio apparecchia palloni invitanti e i suoi compagni banchettano a nozze. Prosegue così la risalita in classifica dei biancazzurri che si portano a 15 punti, staccano la Vbc Mondovì (12), caduta in tre set a Ortona nel secondo anticipo del sabato, e superano i rivali di Cantù rimasti a quota 13. Grande prestazione del best scorer Cavuto (21 punto), così come di Moretti (15) e l’ex del match Ippolito (13). Marchigiani superiori in attacco, in difesa e in ricezione, ma i 13 ace realizzati da Cantù danno un’idea del potenziale brianzolo al servizio. Avanti 2-0 i biancazzurri accusano un calo quando sul fronte opposto entra la diagonale composta da Groppi e Gaggini, ma poi si ricompongono e chiudono la gara con “il solito 3-1”. Mercoledì prossimo, alle 20.30, in campo a Tricase con l’Aurispa Alessano.

Il Volley Potentino si presenta con Partenio al palleggio per Moretti opposto, Quarta e Codarin al centro, Cavuto (cambio Under con Pierotti) e Ippolito in banda, Calistri libero. Gli ospiti rispondono con la diagonale Gerosa-Krolis, i centrali Monguzzi e Robbiati, le bande Preti e Tiozzo, il libero Butti. La gara si apre con il minuto di silenzio in memoria di Andrea Scozzese, presidente del COL di Roma dei Mondiali Femminili Italy 2014, scomparso di recente. Primo parziale altalenante con i potentini che partono molto aggressivi e gli avversari bravi a replicare, ma nella volata finale s’impongono i padroni di casa con Moretti alla seconda palla set (26-24). Nel secondo set gli ottimi turni di battuta consentono agli uomini di Graziosi di dar vita ad attacchi convincenti (16-10). Krolis e compagni mollano franando 25-15. Nel terzo set i giochi sembrano giù chiusi al time out (12-8), ma Della Rosa cambia diagonale inserendo Groppi e Gaggini. Cantù si risveglia e trova una rimonta insperata (16-19) andando a vincere il parziale con l’ace di Tiozzo (19-25). Nel quarto set i potentini tornano a dominare la scena (15-10) e dopo qualche brivido finale (23-21) s’impongono con Moretti (25-22).

1° set: Parziale punto a punto con il Volley Potentino che mette il naso avanti sull’ace di Cavuto (7-6). Cantù non molla e trova il sorpasso (8-9). I padroni di casa si riscattano centrando il +2 dopo il time out (13-11). Altalena di emozioni al PalaPrincipi con gli ospiti capaci di infilare tre punti in successione (13-14), ma anche di incassarne altrettanti dopo la staffilata di Moretti (16-14). II parziale prosegue tra alti e bassi (16-17), ma l’ace di Quarta restituisce il sorriso al pubblico di casa (19-18). Dopo un attacco micidiale di Moretti e una risposta out dei Brianzoli coach Della Rosa chiama a rapporto i suoi uomini (21-19). Le manovre potentine sono ben organizzate, ma un pizzico di imprecisione nell’ultima stoccata e la buona guardia del muro canturino riportano in parità la situazione (22-22). Arrivo in volata con Potenza Picena che spreca una prima palla set (24-24), ma poi chiude i conti con Moretti (24-26). Krolis e compagni si distinguono al servizio con 5 ace, due siglati da Preti (9 punti nel set), ma sono i marchigiani a svettare in attacco, ricezione e muro-difesa. Bene Cavuto con 7 sigilli).

2° set: Buon avvio di secondo parziale per i giganti del PalaPrincipi, avanti 8-4 con la potenza di Cavuto, in grado di piegare il muro canturino. Lo schiacciatore abruzzese si conferma protagonista anche con la “sberla” del 12-8. Potenza Picena ingrana la marcia dai 9 metri e capitalizza sia con Quarta che con Ippolito le ricezioni errate del sestetto lombardo (16-10). Momento difficile per la Cassa Rurale che paga un calo di concentrazione (19-12). Della Rosa inserisce in banda Riva per Tiozzo. Tutto facile per Potenza Picena che gioca di sponda con Moretti (21-12). Il servizio a rete di Cantù frutta 9 palle set (24-15). Entra Ferrini in battuta. Lo schiacciatore falconarese impegna i rivali e Codarin piazza il block del 25-15. Biancazzurri superiori in tutti i fondamentali e letali sulle bande.

3° set: I biancazzurri si ripresentano col piglio del set precedente e vanno sul 9-5 dopo due attacchi spietati di Ippolito. Sul 10-6 Della Rosa cambia la diagonale. In campo Groppi e Gaggini per Gerosa e Krolis, ma il divario di quattro punti resta invariato al time out dopo la giocata di Cavuto (12-8). Gli ospiti cambiano gioco e raggiungono addirittura il pareggio sull’ace di Riva per poi centrare il sorpasso con Gaggini (15-16) e il doppio vantaggio sull’attacco out di Ippolito (15-17). Potenza Picena accusa il colpo (16-19) e Graziosi chiama un time out. Situazione critica dopo l’ace di Tiozzo e il punto di Monguzzi (18-23). La battuta out di Cavuto e l’ace di Tiozzo riaprono il match (19-25). Percentuali superiori per i padroni di casa in attacco, ma la buona prova al servizio di Cantù e il cambio della diagonale scuotono l Cassa Rurale. Gaggini (67%) in evidenza con 5 punti come Cavuto (71%)

4° set: Il quarto parziale si apre con un bel testa a testa. Sull’ace di Cavuto e l’attacco out di Cantù Potenza Picena trova il doppio vantaggio (8-6). Cantù s’innervosisce e Monguzzi rimedia un giallo per proteste prima del 10-7 targato Ippolito. Al time out avanti il sestetto marchigiano 12-9 dopo il servizio errato di Tiozzo. Biancazzurri ottimi a muro (15-10). I brianzoli non si arrendono (15-13) e Graziosi chiama una pausa. L’attacco di Quarta e l’ace di Cavuto riportano tranquillità (18-14). Set in discesa (21-15) anche se la Cassa Rurale non lascia nulla di intentato (21-17) spingendo Graziosi a un altro time out. Saggio di tecnica individuale da parte di Ippolito che beffa con un tocco vellutato tutti gli avversari (23-17). La squadra lombarda si conferma tenace e dimezza il divario con il servizio di Cominetti, entrato al posto di Tiozzo nella seconda parte del set (23-21). Moretti trova lo spiraglio del 24-21 e chiude il match con il mani out del 25-22.

Centrale Lorenzo Codarin:
«Primi due set di altissimo livello. Nel terzo ci ha disorientato il cambio di diagonale, ma siamo stati bravi a prendere le misure e a tornare efficaci nel quarto parziale. E’ il nostro destino chiudere tutte le partite in quattro set quest’anno. Qualche settimana fa, quando non riuscivamo più a vincere, ci siamo consultati tra noi e abbiamo analizzato le criticità. Siamo riusciti a reagire tornando a giocare un buon volley. Personalmente so che posso dare di più e mi impegnerò al massimo anche perché Potenza Picena è già una seconda casa per me. Ora pensiamo all’Aurispa Alessano».

Ufficio stampa Volley Potentino