La Tonazzo Padova si aggiudica il posticipo della 10a Giornata di Andata della SuperLega UnipolSai battendo per 1-3 (38-26, 21-25, 27-29, 23-25) la Revivre Milano al PalaBorsani di Castellanza. I patavini conquistano tre punti importantissimi in una vittoria preziosa contro una Revivre Milano che fino all’ultimo ha lottato per centrare la prima vittoria stagionale. Superlativa prova per la coppia di schiacciatori patavini Cook-Berger (quest’ultimo nominato MVP), che hanno chiuso rispettivamente con 22 e 21 punti (68% e 67% in attacco). Per la Revivre Milano non sono bastati quelli di Milushev (26) e di uno scatenato Skrimov (23) per trovare il primo successo dell’anno.
SESTETTI:
REVIVRE MILANO: Boninfante-Milushev, Alletti-Burgsthaler, Skrimov-Russomanno, Tosi (L).
TONAZZO PADOVA: Orduna-Giannotti, Volpato-Averill, Cook-Berger, Balaso (L).

1° SET
Tenta per due volte l’allungo la Tonazzo Padova ad inizio set, il primo arginato subito dai padroni di casa (dal 6-8 all’8-8), il secondo più convinto con Berger protagonista in attacco (9-12 alla sosta tecnica). Vantaggio per gli ospiti che aumenta a +4 con un muro di volpato su Milushev (11-15, time out Monti). La Revivre però non molla la presa: accorcia sul 16-18  (errore Giannotti) e pareggio poco dopo con una grande azione chiusa dal block di Alletti su Cook (22-22, time out Baldovin). Skrimov annulla la palla set dei patavini (24-24), Boninfante realizza l’ace del sorpasso (25-24). Milushev ha la palla per chiudere ma Balaso legge bene il pallonetto dell’opposto milanese e Giannotti ringrazia per il pareggio (26-26). Gran servizio di Averill per Padova che permette il facile tapin a Volpato (26-27). I veneti però commettono troppi errori al servizio mentre Milano è più cinica dai nove metri (ace Alletti, 31-30). Milushev per due volte ha la palla per chiudere la contesa ma Padova è attenta a muro e difesa (35-35). Alla fine ci pensa l’ace di Skrimov a mettere la firma sul primo appassionate set (38-36). La Tonazzo Padova non sfrutta ben 5 palle set (e i 12 punti nel parziale di Giannotti) mentre Milano chiude alla sua ottava possibilità (6 ace nel set per i meneghini).

2° SET
Squadre attaccate fino a metà parziale, nonostante in apertura Padova, come nel primo set, tenti di avvantaggiarsi (3-5). L’ace di Boninfante (il secondo nel match) ristabilisce subito la parità (6-6) con l’equilibrio che regna fino alla sosta tecnica (11-12). Nuovo allungo della Tonazzo con Volpato che ferma Burgsthaler (14-18) e di nuovo Milano a tentare il recupero con il tapin di Burgsthaler (16-18, time out Padova). Giannotti e Cook prendono in mano la squadra: l’opposto firma il +4 (17-21), l’americano si fa trovare pronto sul finale per un cambiopalla fluido che porta Padova al 21-25 finale.

3° SET
Coach Luca Monti prova la carta Marretta al posto di Russomanno. Il solito punto a punto iniziale è interrotto al primo time out tecnico dall’ace del nuovo entrato della Revivre che vale il 12-10. Nella metà campo milanese c’è uno scatenato Skrimov che attacca con grande decisione qualsiasi palla gli venga servita da Boninfante (14-12). Anche Berger però non è da meno e due suoi punti consecutivi ristabiliscono il pari (16-16). Due errori pesanti della Revivre (invasione Burgsthaler e attacco out di Milushev) costringono al time out Luca Monti (18-20). Il tecnico milanese inserisce Baranek per Marretta ed il cambio è azzeccato perché blocca Giannotti per il -1 (22-23). Boninfante fa lo stesso ed è pareggio (23-23, time out Baldovin). Altro finale da brivido con Padova che questa volta non si fa sorprendere e alla quarta occasione chiude con Volpato a muro su Skrimov (27-29).

4° SET
Cambia ancora lo schiacciatore coach Luca Monti inserendo Baranek al posto di Marretta. La Tonazzo Padova prova subito a spingere sull’acceleratore con il muro di Cook su Milushev e la gran battuta di Berger (6-10, time out Monti). Gap che aumenta sempre con Cook protagonista a muro sull’opposto milanese (9-15, dentro Russomanno per Baranek). Skrimov prova a far rientrare la propria squadra prima in battuta (13-15 ace del bulgaro), poi con una sequenza di attacchi di primissimo livello (19-20). Si arriva vicini anche in questo set, ma la battuta out di Russomanno chiude definitivamente il match (23-25)

Chiamate del Video Check
1° SET
34-33 (battuta di Russomanno). Video Check richiesto da Milano per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Padova (34-34).
3° SET
19-21 (Attacco Skrimov). Video Check richiesto da Padova per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (20-21)

Federico Tosi (Revivre Milano): “Sapevamo che sarebbe stato molto difficile contro una Padova che gioca molto bene. Noi abbiamo lottato tanto, sopratutto nel primo set dove abbiamo dimostrato che volevamo vincere questa partita. Una vittoria che ci meritiamo perchè lavoriamo tanto in palestra, un successo che ci permetterebbe di giocare più tranquilli e aumentare le nostre sicurezze”.
Valerio Baldovin (Allenatore Tonazzo Padova): “Nel primo set non abbiamo giocato male, ma abbiamo sbagliato troppo al servizio. Dal secondo parziale in poi siamo riusciti a ridurre gli errori, nonostante uno Skrimov in ottima serata. Questa sfida ha dimostrato che il livello del Campionato è superiore rispetto a quello della passata stagione. Ad ogni gara dovremmo lottare con tutte le forze per portare a casa qualche punto”.

REVIVRE MILANO – TONAZZO PADOVA  1-3 (38-36, 21-25, 27-29, 23-25)
REVIVRE MILANO: Milushev 26, Gavenda n.e., Alletti 10, Sbertoli n.e., Skrimov 23, Russomanno Dos Santos 5, Tosi (L), De Togni, Rivan (L), Baranek 2, Boninfante 4, Burgsthaler 8, Marretta 1.
1° Allenatore: Monti
TONAZZO PADOVA: Cook 22, Bassanello (L), Leoni, Orduna 3, Giannotti 19, Balaso (L), Quiroga, Volpato 14, Averill 7, Berger 21, Milan n.e., Diamantini, Lazzaretto n.e.
1° Allenatore: Baldovin

ARBITRI – 1° Arbitro: Rossella Piana di Modena; 2° Arbitro: Marco Zavater di Roma.

NOTE – Durata set: 37′, 25′, 30′, 27′ per un totale di 1 ora e 59 minuti di gioco. Spettatori: 1322; incasso: 2426.

REVIVRE MILANO: battute sbagliate 21, ace 9, ricezione positiva 66 per cento (perfetta 39 per cento), attacco 54 per cento, muri 7.

TONAZZO PADOVA: battute sbagliate 20, ace 2, ricezione positiva 63 per cento (perfetta 36 per cento), attacco 62 per cento, muri 11.

MVP: Alexander BERGER (Tonazzo Padova).

Ufficio Stampa
Powervolley Revivre Milano