La vittoria è di Trento per 3 – 0, ma i parziali dimostrano che la partita non è stata a senso unico. Milano, dopo un primo set incolore, ha messo in campo un grande carattere che le ha permesso di concludere gli ultimi 2 set con 2 soli punti di ritardo nei confronti dei campioni d’Italia. Questa è stata la prima gara di Boninfante con la maglia meneghina e il palleggiatore non ha fatto mancare al pubblico giocate memorabili.
A inizio match scende in campo con i giocatori lo striscione dedicato alla Giornata Nazionale dello Sport e della Prevenzione, un’iniziativa sposata dalla Lega Pallavolo Serie A per la promozione della pratica sportiva e dei corretti stili di vita. Un’altra iniziativa legata alla giornata è stata la vendita delle stelle di cioccolato per l’associazione onlus “Quelli che con Luca” a sostegno del Progetto di Terapia Molecolare per sconfiggere la leucemia infantile.
LA PARTITA – Scendono in campo per la diatec Trentino Antonov e Urnaut schiacciatori, Giannelli in regia, Solé e Van de Voorde al centro, Djuric opposto, Colaci in seconda linea.
Il sestetto dei padroni di casa è costituito da Milushev opposto, Alletti e Burgsthaler al centro, Skrimov e Russomanno schiacciatori, Boninfante al palleggio, Tosi libero.
La prima palla è messa in campo da Giannelli, ma finalizzata dalla tesa al centro di Burgsthaler che poi piazza una palla corta che frutta a Milano un ace. L’errore al servizio di Antonov regala ai meneghini il +2, ma l’attacco di Urnaut, sporcato dalle mani del muro avversario, riporta la parità a quota 6. Il muro subito da Alletti concede alla squadra ospite al time-out tecnico (9 – 12). Dopo un altro muro ai danni di Milano, coach Monti ferma il gioco. Sbertoli sostituisce Burgsthaler al servizio ma il cambio non da i risultati sperati e la palla finisce in rete (15 – 19). Trento incrementa il suo vantaggio grazie alle battute di Djuric e si porta sul 17 – 22. Milushev annulla la prima palla set e il capitano trentino Lanza entra a sostituire Antonov in ricezione. Urnaut chiude il primo set.
Il secondo set inizia con una parallela di Djuric che vale a Trento il primo punto; non tarda la risposta di Milushev. Una buona difesa di Tosi permette a Milano di rigiocare con Russomanno da posto 4 ma il muro ospite non manca al suo compito: Trento -1. La squadra di casa non molla e torna in vantaggio 10 – 9. Il servizio di Trento è out e i milanesi sono avanti di 1 punto al time-out tecnico. Anche in questo set Stoytchev sceglie il cambio Lanza su Antonov per rinforzare la seconda linea (13 – 11). Azione spettacolare di Milano che si concretizza con l’attacco di Skrimov (17 – 15). Il pallonetto di seconda intenzione di Boninfante permette ai meneghini di mantenere il vantaggio: 20 – 18. Trento ritorna sulla scena e Monti interrompe il gioco sul 20 – 21. La squadra avversaria riprende il controllo del match e con un muro si porta sul 21 – 24; Stoytchev chiede un time-out discrezionale dopo la veloce al centro di Burgsthaler che permette a Milano di annullare il primo set point. Il venticinquesimo punto è firmato Mitar Djuric (23 – 25).
Nell’avvio di terzo set, Trento non sbaglia e quando si porta sul 2 – 6 Monti chiede un time-out. Boninfante salva con una bella difesa e Burgsthaler mette a segno un muro che vale alla sua squadra il settimo punto contro gli 8 degli avversari. Dopo l’errore al servizio di Russomanno, lo schiacciatore meneghino viene sostituito da Marretta (8 – 11). Il time-out tecnico è di Trento, in vantaggio di 2 punti. Milushev difende e nel contrattacco firma il punto che vale ai padroni di casa il quattordicesimo punto e il -1 dagli avversari. Il muro di Burgsthaler permette alla Revivre di rimanere vicina agli avversari sul 17 pari. Magia di Boninfante alza in rovesciata e il muro meneghino non lascia scampo: 20 – 19. Urnaut con un pallonetto segna il punto numero 24 e poi si dirige in zona di battuta; Solé mura la rigiocata in pipe di Skrimov e termina il match.

LE DICHIARAZIONI
Dante Boninfante (Revivre Milano): “Siamo stati bravi a stare in partita per due set e mezzo. E’ una squadra che oggi ci ha messo tanta volontà, tanto entusiasmo e su questa base dobbiamo ripartire per allenarci in settimana e aumentare anche il nostro livello tecnico. Sicuramente a questa squadra manca una vittoria per avere la libertà di esprimersi anche nei finali di set. Adesso lavoreremo per la gara di mercoledì”.

Tine Urnaut (Diatec Trentino): “Sono molto felice di aver aiutato la squadra per ottenere tre punti decisamente importanti. Dobbiamo ancora crescere molto ma sono felice di come abbiamo reagito nei momenti difficili. Mi sento sempre meglio, mi occorre un po’ di tempo per ritrovare il ritmo gara. Adesso ci aspettano due partite importanti e la testa deve andare subito a Verona.”

VIDEO CHECK
1° SET
22-19 (battuta di Djuric). Video Check richiesto da Trento per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Trento (23-18).

2° SET
18-16 (invasione Djuric). Video Check richiesto da Trento per verifica invasione sottorete di Trento. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (18-16)
21-22 (invasione a rete di Milano). Video Check richiesto da Milano per verifica invasione a rete di Milano. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (21-22)
21-23 (attacco Milushev). Video Check richiesto da Milano per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (21-23).

3° SET
21-20 (attacco di Skrimov). Video Check richiesto da Trento per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (21-20).
23-25. (Pipe di Skrimov). Video Check richiesto da Milano per invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (23-25).

REVIVRE MILANO – DIATEC TRENTINO 0 – 3
REVIVRE MILANO: Milushev 20, Gavenda, Alletti 3, Sbertoli, Skrimov 14, Russomanno Dos Santos 3, Tosi (L), De Togni, Rivan (L), Baranek , Boninfante 1, Burgsthaler 8, Marretta 1.
1° Allenatore: Monti
DIATEC TRENTINO: Nelli, Antonov 8, Mazzone T., Bratoev, De Angelis (L), Giannelli 3, Lanza 1, Solé 12, Djuric 17, Colaci (L), Van De Voorde 5, Mazzone D., Urnaut 14.
1° Allenatore: Stoytchev

ARBITRI – 1° Arbitro: Giorgio Gnani di Ferrara ; 2° Arbitro: Gianluca Cappello da Siracusa.

NOTE – Durata set: 22′, 28′, 28′ per un totale di 1 ora e 18 minuti di gioco. Spettatori: 1755; incasso: 7661.

REVIVRE MILANO: battute sbagliate 9, ace 5, ricezione positiva 54 per cento (perfetta 34 per cento), attacco 48 per cento, muri 5.

DIATEC TRENTINO: battute sbagliate 13, ace 2, ricezione positiva 56 per cento (perfetta 32 per cento), attacco 61 per cento, muri 12.

MVP: Mitar Djuric (Diatec Trentino).

Ufficio Stampa
Powervolley Revivre Milano