Dopo un primo set conquistato di forza, Modena deve subire la rimonta delle ospiti abili a ribaltare l’incontro con ricezione, muro e difesa. La sfida, comunque, rimane equilibrata e decisa solamente da pochi palloni.

Risultato finale:
LIU•JO MODENA 1
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 3

Durata dell’incontro: 1h 47min

Risultati parziali:
25-21
21-25
23-25
22-25

GianniPiù MVP del match: Rachael Alexis Adams

Primo arbitro: Andrea Pozzato

Secondo arbitro: Daniele Zucca

Spettatori: 2347

CRONACA DELLA PARTITA

Primo set.
Non ci sono problemi per coach Beltrami che può schierare dal primo punto il proprio sestetto classico con Ferretti in cabina di regia, Diouf opposto, capitan Di Iulio e Horvath in posto quattro, Heyrman e Folie al centro con Arcangeli libero.
Per Conegliano c’è Glass al palleggio, Ortolani opposta a lei, Easy e Robinson in banda, Barazza e Adams al centro con De Gennaro libero.
La pipe di Robinson apre i giochi poi Modena prova subito ad allungare sfruttando tre errori di Adams, due in fast e uno al servizio. 5-2 per le bianconere, Easy fa cambio palla e Glass torna un turno di servizio che infastidisce Horvath e Arcangeli in zona di conflitto. Due ace per la palleggiatrice americana, il secondo vale il sorpasso 5-6, ma Di Iulio pareggia subito e apre una fase di gara in grandissimo equilibrio. Sorpassi e controsorpassi senza che nessuna delle squadre possa allungare, al time out tecnico è 12-11 con il muro a uno di Folie su Robinson poi Easy attacca out in parallela e Glass commette fallo in palleggio cercando di spingere forte il pallone in banda. Time out per Mazzanti, Easy ferma il mini parziale al rientro in campo poi Modena ritrova tre punti in fila con l’errore in battuta di Adams e gli attacchi di Horvath ed Heyrman. 17-12 e ancora time out per coach Mazzanti, poi Barazza trova due muri su Horvath per il 18-16 che porta al primo stop richiesto dal tecnico bianconero Beltrami. Uno sprazzo di Folie a muro e in attacco propizia il 23-18, poi sbaglia la stessa centrale e Conegliano rientra con muro e battuta fino al 23-21 quando coach Beltrami ferma ancora il gioco, ma ci pensa capitan Di Iulio a chiudere i conti con attacco e muro su Adams del 25-21.

Secondo set.
Si torna in campo coi sestetti d’inizio gara e Easy con due punti prova subito a dare una scossa a Conegliano, ma Mazzanti deve subito fermare il gioco quando un errore di formazione del suo sestetto e l’ace successivo di Di Iulio portano il set sul 5-3. Si torna in campo e ci sono le proteste di Conegliano sull’attacco giudicato sull’asta di Ortolani poi Horvath fa 7-3 e si arriva sempre con il +4 al time out tecnico firmato dalla diagonale stretta di Di Iulio. Sale di tono per le ospiti Robinson e diventa protagonista nel ricongiungimento che arriva sul 14-14 proprio con un suo attacco. Time out per coach Beltrami, il muro su Horvath porta avanti le ospiti e si procede con una battaglia che vede Modena tornare avanti e poi nuovamente sotto sull’attacco out di Folie del 18-19. Time out ancora, si torna in campo, Di Iulio trova il muro e poi le bianconere mettono pressione a muro con Easy che deve attaccare in rete dopo una lunga azione e poi viene murata da Diouf per il 20-20. Time out anche per il tecnico ospite e a decidere il set è di fatto il pallone del ritorno in campo: Ortolani trova la linea laterale in parallela e poi entra al servizio Nicoletti che mette in difficoltà la ricezione bianconera e Easy chiude con il mani out del 21-25.

Terzo set.
Si torna in campo e Conegliano sfrutta il finale di set precedente per ripartire forte. Modena fatica con le attaccanti esterne, Robinson trova l’ace dell’1-4 ed è Heyrman a doverle rispondere prima del 5-5 sull’attacco out di Barazza. Modena sembra ritrovare il suo gioco, Diouf mura per il 10-8 poi si torna a fermare il gioco bianconero. Tre muri consecutivi riportano avanti Conegliano e poi c’è l’attacco out di Folie su un pallone che può solo spizzicare per il 10-12 del time out tecnico. Ha preso le misure a muro la squadra ospite che va a +3 quando ferma anche Diouf sul 13-16 poi arriva anche l’allungo 15-20 con il muro su Rivero entrata per Horvath. La schiacciatrice, però, mette a terra i due successivi palloni per il 17-20, poi Conegliano allunga nuovamente e Modena ricuce sul turno di servizio della stessa cubano spagnola. Le ospiti hanno quattro set point, ma le bianconere ne allungano con grande spirito di combattimento tre prima che Easy riesca a chiudere 23-25.

Quarto set.
Coach Beltrami riparte con Rivero in sestetto, ma sono due errori suoi a portare avanti Conegliano che chiude il mini parziale di 3-0 con l’attacco di seconda di Glass. Subito time out per Modena e subito controparziale con Di Iulio fondamentale nel dare sbocchi offensivi a Ferretti. Un’invasione a rete di Conegliano vale l’8-6 poi le ospiti ritrovano un parziale a loro favore chiuso dall’attacco sul muro di Rivero che lascia nuovamente il posto a Horvath sull’8-11. Folie in fast e Diouf a muro trovano nuovamente il -1, ma Conegliano difende e riceve con costanza sulla testa di Glass che può smistare il gioco a piacimento e così arriva il nuovo strappo fino al 12-16. Le bianconere rincorrono l’avversario che, però, è diventato una macchina praticamente perfetta e ricuciono fino al -2 e sul 22-24 la gara è chiusa da una difesa clamorosa di Glass che al tempo stesso serve un pallone d’oro a Adams per il punto che chiude il match.

La centrale bianconera Raphaela Folie: “Va dato molto merito a loro che con un ottimo muro difesa non ci hanno fatto mettere giù palla e in più credo che abbiamo sbagliato molto di più rispetto alle ultime partite, anche per via della stanchezza che si è vista dal terzo set in poi in cui siamo calate tutte. Siamo comunque rimaste lì, non credo sia stata una brutta partita, abbiamo commesso qualche errore di troppo, ma siamo la stessa squadra delle 2-3 partite precedenti e lo faremo rivedere alla prossima. Adesso dobbiamo recuperare la stanchezza, ma credo non sia una sconfitta schiacciante e come detto merito a loro perché sono state brave. Sono rimasta sorpresa positivamente da queste ultime partite, non pensavo potessimo affrontare cosi bene le big del campionato, sulla carta anche noi siamo una delle migliori, ma credo che abbiamo fatto meglio del previsto. Certamente ci sono tante cose da migliorare come sempre, ma abbiamo dimostrato che ci possiamo stare anche noi e si vedrà poi verso la fine chi sta meglio fisicamente e lotterà per vincere”.

Il coach Alessandro Beltrami: “Sicuramente Conegliano è più forte di noi, non stiamo a discuterne, ma abbiamo trovato modi abbastanza efficaci per metterle in difficoltà. Abbiamo sprecato nel secondo set in contrattacco, in quel frangente forse possiamo avere un po’ di rammarico perché abbiamo avuto poca pazienza e una brutta gestione dell’attacco. Sapevamo che non potevamo regalare niente, dobbiamo crescere e questo ci insegna. La cosa buona è che possiamo giocarcela con loro, per vincere serve essere un pelo più cinici, trovare più sicurezze su palla alta e non farci prendere dalle grosse capacità fisiche che avevano loro. Lì ci siamo innervositi un poco. Loro hanno un muro altissimo, fisico, forte, ci hanno costretto a giocare palla alta e lì abbiamo fatto fatica. Alla fine abbiamo trovato anche buone soluzioni, ma ci sono due scelte: o andiamo velocissimo come nel primo e inizio secondo set o impariamo a gestire palla alta, ma su palla alta sono più forti loro. L’attacco nostro palla in mano è stato superiore al 50%, il resto è un nostro limite, lo sappiamo e dobbiamo lavorarci. Sabato a Bolzano? E’ un’altra squadra tipo Vicenza, lotta combatte e ha anche qualche giocatrice di qualità, ma noi dobbiamo essere coscienti che nonostante il risultato di oggi sia stato diverso dagli ultimi non abbiamo giocato male”.

PROSSIMO APPUNTAMENTO: sabato 12 dicembre, alle ore 20:30 presso il Palaresia di Bolzano, undicesima giornata d’andata del 71° Campionato Italiano Master Group Sport Volley Cup Serie A1 fra Sudtirol Bolzano e Liu•Jo Modena.

Andrea Lolli
Ufficio Stampa L•J Volley