La Lardini Filottrano ha scelto l’allenatore: il nuovo corso parte da Andrea Pistola. Il tecnico montemarcianese (anconetano di nascita), 44 anni il prossimo 17 luglio, torna ad allenare nelle Marche dopo gli inizi nel settore giovanile della Star Volley Falconara, le esperienze sulle panchina della Galassia Volley Ancona (1999-2002), della Fornarina Civitanova Marche (2002-2006), della Robur Tiboni Urbino (2007-2009), della Pallavolo Loreto (2009-2012) e della Robursport Pesaro (2012/2013). Nel palmares di Andrea Pistola ci sono tre coppe Italia di A2 (conquistate nel 2005 con Civitanova, nel 2011 e nel 2012 con Loreto) e tre promozioni in A2: con Civitanova nel 2004, con Nocera Umbra nel 2006 e, l’ultima, nel 2014 con la Bakery Piacenza, dove ha raccolto a stagione in corso il testimone lasciato di Franco Corraro per poi ottenere con il club emiliano anche la salvezza nell’ultimo campionato di A2. In totale ha alle spalle dieci stagioni in A, di cui una in massima serie con Pesaro. Andrea Pistola ricomincia dalla quella Lardini che, quasi per uno scherzo del destino, è stata l’ultima squadra affrontata la scorsa stagione, in una partita che ha regalato alla Bakery la quasi certezza matematica della permanenza in categoria. “Ricomincio da un progetto che ha presupposti concreti – confessa il neo allenatore della Lardini – in una società fatta di persone serie. L’obiettivo principale è mantenere, e se possibile incrementale, l’entusiasmo e l’interesse che si sono creati intorno a questa realtà. Tornare nelle Marche è per me stimolante, specie in un momento in cui, un po’ per problemi economici e un po’ per la mancanza di programmazione specie a livello giovanile, si è perso per strada quel fermento di qualche stagione fa. Filottrano oggi rappresenta una delle punte dell’iceberg, credo ci sia bisogno di un’attività di vertice che possa essere da stimolo per l’intero movimento”.