E’ rientrato nel circus motoristico il Rally di Alba, mantenendo in pieno le grandi aspettative della vigilia. Il rinnovato staff del Cinzano Rally Team ha ripresentato, dopo alcuni anni d’assenza, una gara-evento a 360 gradi, intitolata al mai dimenticato Silvio Stroppiana, che ha catalizzato l’attenzione di un gran numero d’appassionati, riscuotendo l’unanime consenso fra piloti ed addetti ai lavori.

Otto sono stati gli equipaggi del Provincia Granda Rally Club ad aver preso parte alla gara, con partenza ed arrivo nella centralissima Piazza Savona. Buoni risultati nel complesso per i portacolori della scuderia diretta da Aldo Dellatorre, con il bel successo di squadra nella speciale classifica riservata alle scuderie. Giornata che sarebbe potuta essere trionfale senza i ritiri di Botta-Biondi, Destefanis-Bolla e Vico-Bodda.
Amaro ritiro per Roberto Botta, navigato da Cristiana Biondi, su Citroen DS3 della Dmax-racing. Nel corso della terza prova speciale, il primo passaggio sulla “Murazzano”, un’uscita di strada, fortunatamente senza conseguenze per l’equipaggio, eliminava uno dei favoriti per la vittoria, con il pilota fossanese che occupava provvisoriamente la terza posizione assoluta.
Ottavo posto assoluto, quarto di Classe S2000 e di Gruppo A per Armando Defilippi e Claudia Dondarini, su Peugeot 207 di Balbosca. Buona prestazione per il pilota albese, rallentato nel corso della terza prova da un testacoda, costatogli una posizione in classifica generale.
Positivo esordio per Carlo Fontanone e Chiara Bruno, per la prima volta alle prese con una vettura di classe S2000, la Peugeot 207 del team Erreffe. Dodicesima posizione assoluta, settima di Classe e di Gruppo A al termine di una gara condotta in crescendo e senza sbavature. Unico neo la foratura patita nell’ultima prova, costata un probabile ingresso nei dieci della classifica assoluta.
Quattordicesima posizione assoluta, ottava di Gruppo A e prima di Classe S1600, unico equipaggio iscritto, per Luca Arione ed Elena Cestari, su Renault Clio di Balbosca. Gara positiva per l’equipaggio cuneese che lotta strenuamente con le vetture categoria S2000, spingendosi in alto più possibile in classfica generale, al termine di una gara condotta senza commettere errori.
Sfortunatissimo rientro per Davide Destefanis, navigato da Marco Bolla, a bordo di una Mitsubishi N4. Il pilota albese, nuovamente in gara dopo tre anni d’assenza, era costretto al ritiro al termine della seconda prova speciale, “Roddino”, per problemi all’impianto elettrico della vettura.
Vittoria di Classe R3T, ottavo posto di Gruppo R e buon 23° assoluto per il monregalese Danilo Baravalle, navigato dall’imperiese Davide Leone, su Peugeot 207. Vittoria di categoria mai in discussione con Baravalle-Leone in testa fin dalle prime battute di gara, nei confronti di Soave-Imerito, secondi con ampio distacco al termine della gara.
Ritiro con il sapore di beffa, proprio sulla prova conclusiva, per Giancarlo Vico e Maurizio Bodda, fermati dalla rottura dell’idroguida della loro Peueot 208 VTI mentre occupavano il quarto posto di Classe R2B e 59°assoluto in classifica generale.
Rientro dopo una stagione d’assenza per Osvaldo Pirra e Riccardo Bruno, su Peugeot 206 RC. Al termine di una gara condotta in modo regolare e senza errori centrano un buon terzo posto in un’affollata Classe N3, 16 partenti e 10 arrivati, sesto di Gruppo N e 30° assoluto.

Provincia Granda Rally Club