L’Assemblea ordinaria della Lega Serie B, in programma oggi nella sede di via Rosellini a Milano, ha ratificato l’assegnazione a Sky dei diritti in esclusiva delle dirette del campionato 2015-2018. Un accordo economico che ha triplicato i ricavi rispetto a quello precedente. “Celebriamo un atto di stima e di fiducia degli abbonati Sky nei confronti della Serie B – ha commentato il presidente della Lega Serie B Andrea Abodi in apertura dei lavori -. Vogliamo avvicinare stadio e televisione e fare in modo che siano sempre più sinergici e sempre meno in concorrenza”. “Ci impegniamo a rendere le nostre case sportive più dignitose, più umane e smilitarizzate – ha spiegato Abodi a proposito del progetto di costruzione di nuovi stadi -. Con un partner come Sky avremo la possibilità di sviluppare quel progetto di valorizzazione del prodotto che é da sempre il nostro primario obiettivo.” Presente in Assemblea anche l’amministratore delegato di Sky Italia Andrea Zappia, il quale ha spiegato i motivi di un investimento così significativo nella Serie B: “E’ frutto di un percorso molto lungo nel tempo, dopo un confronto con i colleghi di altri Paesi come la Germania e la Gran Bretagna, dove l’interesse per la seconda lega è molto più alto rispetto all’Italia”. Sull’offerta televisiva legata all’acquisizione dell’esclusiva della Serie B, Zappia ha anticipato che i pacchetti Serie A e B saranno abbinati: “Inoltre stiamo pensando a un canale dedicato come abbiamo fatto con Formula 1 e Moto Gp e la possibilità di finestre con i match di altre leghe”.

L’Assemblea ha preso atto della decisione del Consiglio di Lega relativo all’inizio del campionato 2015/16, fissato per sabato 22 agosto, con anticipo venerdì 21, programmando l’ultima giornata per venerdì 20 maggio 2016.

L’Assemblea inoltre ha stabilito, per i play off e i play out, una serie di modalità organizzative comuni, tra le quali l’uniformità del prezzo dei settori ospiti, in modo da permettere una maggiore partecipazione dei tifosi anche alle trasferte. Confermata la presenza anche quest’anno degli assistenti di porta in tutte le gare.

Presentato infine l’accordo con Manpower, che affiancherà dal prossimo campionato e per un triennio la LNPB e le società in una serie di servizi a partire dallo stewarding: “Aumenterà lo standard qualitativo” ha detto il presidente Abodi. A spiegare la partnership e la mission aziendale di Manpower l’Outsourcing Hr and Sport&Events Business Line Manager Giorgio Veronelli.