In un fine settimana privo di campionati regionali o fasi societarie,spazio ai tanti meeting in giro per l’Italia. Nella decima edizione del meeting di Gavardo, tanti bei risultati in chiave nazionale hanno visto alcuni atleti di vertice migliorare i propri primati personali.

 

Serra: 7.50 a Gavardo. Era dal settembre 2012che Riccardo Serra non balzava oltre i 7 metri e 50. Questo è tornato a succederenel meeting bresciano dove al terzo salto Riccardo ha centrato la misura di7.50, sua seconda misura di sempre dopo il record personale di 7.55 ottenuto aModena nella finale scudetto del 2012. Un bel salto che ha posto l’atletaallenato da Carlo Muzzioli al terzo gradino del podio, un centimetro dietro ad AndreaAldeghi (7.51) ed al vincente Camillo Kaborè con la misura di 7.58; tutte e trele misure ottenute al terzo tentativo.

Nel mezzofondo in gara i due pavullesi Omar Stefani e Chiara Casolari, ilprimo impegnato nei 1500 ed il secondo negli 800, oltre a Riccardo Tamassia ingara nei 1500. Omar ha sfiorato il personale correndo in 4:00.31, a soli 31/100dal suo record, mentre Chiara ha corso gli 800 in 2:13.43. Gara di ottimolivello poi quella dei 1500 che hanno visto la vittoria di Bussotti, sceso al personaledi 3:40.75. Nella serie anche Riccardo Tamassia, che non è riuscito a ripeterel’eccellente 3:45 corso a Trento ad inizio mese, concludendo all’undicesimoposto in 3:49.03.

Nella velocità, punto di forza del meeting, è volato il sedicenne Tortu,che ha riscritto il primato italiano di categoria correndo i 100 metri in10.33.

Per la Fratellanza 1874 in gara Simone Pettenati che ha corso in un modesto10.84, nella batteria vinta da Michael Tumi in 10.59. Al femminile invece PaolaForghieri ha corso in 12.46, tempo che non le ha concesso di accedere allefinali.

Bologna: Setti vince il lungo. Al “Bauman” di Bologna èandato in scena il meeting Interfacoltà che ha radunato diversi atleti dellaregione.

Nel salto in lungo vittoria per Giorgio Setti, che ha ottenuto la misura di6.73.

Bene anche i lanci dove Greta Romei ha sfiorato la fettuccia dei 40 metrinel giavellotto, lanciando a 39.89, mentre tra gli uomini Andrea Chiossi halanciato a 38.22 il giavellotto di 800g.

Doppio impegno invece per il velocista Mattia Cesari che ha ottenuto ilsecondo posto nei 100 metri corsi in 11.01, mentre nei 200 ha corso in 22.49, a15/100 dal primato. Infine nella pedana del salto in alto 1.85 ottenuto daGiovanni Mailli.

Fabio Spezzani

Responsabile della Comunicazione