Sabato 23 maggio 2015
oltre 5000 atleti continentali gareggeranno in 12 città italiane


IL CSEN ORGANIZZA “EUROPEAN DAY OF INTEGRATED SPORT”, LA PRIMA GIORNATA DELLO SPORT INTEGRATO PROMOSSA DALL’UNIONE EUROPEA

Il C.S.E.N., Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI, organizzerà il primo evento sportivo internazionale di sport integrato promosso dall’Unione Europea. Un grande riconoscimento per il C.S.E.N. e per l’Italia, a testimonianza del costante impegno da parte della Presidenza Nazionale, dei Dirigenti Territoriali e dell’Ufficio Progetti in favore dello Sport Integrato che ha consentito all’Ente di ottenere l’organizzazione dell’European Day of Integrated Sport che si svolgerà il 23 maggio in 12 città italiane.  Con questa decisione, l’Unione Europea promuoverà lo  sport integrato  come elemento di  inclusione sociale delle persone con disabilità e favorirà un piano di educazione all’accoglienza e all’integrazione attraverso la pratica sportiva.

Dopo due anni di  edizioni  nazionali  della  Giornata  dedicata  allo  Sport  Integrato,  l’evento del C.S.E.N. si trasforma in un grande appuntamento europeo con la partecipazione di 15 organizzazioni sportive di 12 diversi Paesi, dalla Romania al Portogallo, dalla Germania alla Turchia.

Il 23 maggio, con  gare e dimostrazioni sportive di 12 discipline integrate che vedranno la partecipazione di 5320 atleti e campioni disabili e non disabili italiani ed europei. Evento che si svolgerà in contemporanea in 12 città di altrettante regioni che saranno in collegamento audio e video per amplificare l’impatto del progetto a livello internazionale favorendo la visione in streaming, sul canale youtoubelive EDIS2015, delle diverse discipline sportive, con gare e dimostrazioni tra squadre miste composte da atleti disabili e non disabili.

Evento che è stato preceduto da una serie di iniziative nazionali e internazionali che hanno visto il coinvolgimento degli operatori del settore, come le cooperative sociali che si occupano dell’assistenza dei disabili, tesi alla promozione di questa nuova forma di integrazione attraverso lo sport.

L’obiettivo finale del progetto European Day of Integrated Sport è quello di definire un regolamento europeo degli sport integrati da condividere con le rispettive organizzazioni olimpiche nazionali.

12 DISCIPLINE SPORTIVE PER ATLETI DISABILI E NON DISABILI Le discipline sportive previste nella giornata sono 12, delle quali 8 individuali (scherma in carrozzina, danza, equitazione, tennis tavolo, judo integrato, karate integrato, tiro con l’arco e
trio agility dog), e 4 di squadra (calcio a 5, football integrato, baskin e basketball totalmente
integrato).

Le gare competitive, individuali e a squadre, hanno la caratteristica di far gareggiare insieme atleti disabili e non disabili e alla conclusione stilare una classifica integrata per ogni disciplina sportiva. Le dimostrazioni non competitive, sempre con atleti disabili e non disabili insieme, hanno l’obiettivo di promuovere lo sport come fattore di integrazione sociale.

In ogni sede dell’evento sarà attrezzato uno schermo gigante dal quale saranno proiettate, in contemporanea, le immagini di tutte le iniziative che si stanno svolgendo, con una particolare attenzione alla fase iniziale che sarà contrassegnata da un gesto simbolico da praticare in ogni sede per l’avvio della giornata e alla premiazione finale che sarà accompagnata da un video sullo sport integrato.

CAMPAGNA SOCIAL “I SUPPORT EUROPEANDAY”
Diversi atleti olimpici e azzurri hanno prestato il loro volto per supportare l’European Day of Integrated Sport. Tra questi, l’olimpionico di pugilato Roberto Cammarelle, l’argento olimpico di canottaggio Romano Battisti, la campionessa mondiale giovanile di pugilato Irma Testa e le due azzurre di pentathlon moderno Clara Cesarini e Francesca Tognetti.

I NUMERI DELL’EVENTO
320 atleti da 12 Nazioni
5000 atleti italiani
254 tecnici
96 associazioni sportive italiane coinvolte 15 associazioni sportive europee coinvolte

LE 12 CITTA’ ITALIANE COINVOLTE E LE SEDI DI GARA
Aosta Campo prefabbricato di calcio a 5
Assisi Stadio Maratona di Santa Maria degli Angeli Brindisi Palasport Comunale “Giuseppe e Carlo Zumbo” Rossano Calabro Palazzetto dello Sport “Felice Calabrò” Grosseto Palazzetto del basket
Messina Cittadella Universitaria Sportiva
Monza PalaCUS Idroscalo
Pescara Palasport Giovanni Paolo II
Roma Campo dei Miracoli
Sassari Campo Sportivo Comunale di Sennori
Torino PalaCollegno
Udine Palazzetto Associazione Sportiva Udinese

PATROCINI
Unione Europea Programma Erasmus+, CONI, CIP, Presidenza del Consiglio della Valle d’Aosta, Regione Piemonte, Regione Friuli Venezia Giulia, Consiglio Regionale Friuli Venezia Giulia, Regione Toscana, Regione Umbria, Regione Abruzzo, Regione Lazio, Regione Sicilia – Assessorato del Turismo e dello Sport, Regione Calabria, Regione Sardegna, Comune Aosta – Assessorato al Turismo e Sport, Comune Torino, Comune Grosseto, Comune Collegno, Comune Pescara, Comune Lettomanoppello, Roma Capitale, Comune Assisi, Comune Brindisi, Comune di Lecce, Comune Rossano Calabro, Comune di Messina – Assessorato alle Politiche sociali, Comune di Messina – Assessorato allo sport, Comune Sennori, Provincia di Udine, Provincia di Grosseto, Provincia di Pescara, Provincia di Perugia, Provincia di Terni, Provincia di Brindisi, Provincia di Lecce, Provincia di Cosenza, Coni Regione Toscana, Coni Regionale Umbria, Coni Provincia Grosseto, Coni Abruzzo, Coni Brindisi, Coni Lecce, Coni Sardegna, Coni Sicilia, Comitato Nazionale Italiano Fair Play, Ausl n. 9 Grosseto, Unicef Abruzzo, Miur Umbria, Cesv Messina, Inail Messina, Provincia Regionale di Messina (Libero Consorzio di Messina).

Ufficio Stampa CSEN