Opposto Federico Moretti:

Oggi i nostri avversari hanno battuto peggio, mentre noi ci siamo esaltati dai 9 metri e siamo riusciti a prevalere su tutti i fronti grazie a una bella rimonta. Ogni partita è storia a sè e noi abbiamo interpretato la gara nel migliore dei modi perché non avevamo nulla da perdere. Questa sarà una finale da giocare punto a punto. Potenza Picena e Corigliano sono due outsider. I calabresi hanno fatto un percorso simile al nostro e anche chi uscirà sconfitta sul campo dovrà festeggiare una stagione strepitosa perché entrambe le formazioni hanno sbaragliato altre squadre eccellenti prima di ritrovarsi faccia a faccia. Sabato vogliamo vincere davanti ai nostri tifosi.

Secondo allenatore Leonel Carmelino:

Una vittoria di squadra. Abbiamo fatto quello che non ci era riuscito il primo maggio in gara 1 a Potenza Picena. Ho visto più determinazione in campo al servizio e nei fondamentali di seconda linea. Sono stati importanti i 9 ace e la pressione e la cattiveria agonistica su tutti i palloni. Bravi a contenere Hrazdira che ci aveva fatto soffrire nel precedente incontro. La finale sarà ancora lunga.